Il 1° anello di congiunzione tra stampa e internet

Allegati

25/mag/2005 15.01.47 Ufficio Stampa Coo'ee Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il 1° anello di congiunzione tra stampa e internet

 

 Bolzano - Due esperti in strategie di marketing e comunicazione introducono in Italia un nuovissimo sistema di collegamento diretto tra la carta stampata e il mondo digitale.

 

Negli ultimi anni si è registrato un notevole incremento nella diffusione delle tecnologie d’informazione: internet e la comunicazione mobile dominano il mondo degli affari. Tuttavia, il timore che i media su carta stampata vengano messi in soffitta dall’internet, si è dimostrato infondato: il mercato di libri e riviste fiorisce più che mai, mentre i prodotti fanno bella mostra di sé su eleganti depliants e cataloghi in carta lucida.

I vantaggi specifici di ognuno dei due mezzi di comunicazione, quello della carta stampata e quello digitale, saranno resi ancora più efficienti da un punto di contatto, un anello di congiunzione che permetterà di sfruttare la sinergia tra i due mezzi. „Wiziway-Click on Tag“, il nuovo sistema con brevetto mondiale, permette il completo sfruttamento complementare tra testo stampato e internet. Più semplicemente, questo strumento stabilisce il contatto tra media stampati e digitali. Da tre anni ormai vengono pubblicati prodotti stampati - giornali, libri specializzati ed enciclopedie - in questa forma interattiva ..

 

Due imprenditori altoatesini, riconosciute le opportunità del nuovo sistema, ne offrono ora la commercializzazione.

 

Come funziona? Il sistema è composto da due elementi costitutivi: l’indirizzo internet, memorizzato e stampato sui media stampati sotto forma di un simbolo quadrato delle misure di 3x3 mm („tag“), e il lettore ottico („clicker“). Un click del lettore sul catalogo stampato richiama l’informazione digitale e la rappresenta sullo schermo.

 

Questo sistema informativo offre all’utente un gran numero di vantaggi. Enorme risparmio di tempo nella ricerca dell’informazione e operatività semplice, comoda e chiara. Grazie alla possibilità di comprimere notevolmente e facilmente grandi quantità di dati, è possibile soddisfare in modo più rapido e più economico le crescenti esigenze di mobilità e attualità nella pubblicazione di informazioni. Notevole anche il risparmio dei costi di stampa e spedizione: un esempio ce lo offre la grande impresa di distribuzione francese LMC che da due anni stampa cataloghi di 200 pagine (anziché di 1500 pagine) e trasmette tutte le informazioni necessarie al cliente, mediante il sistema „Wiziway-Click on Tag“.

 

I campi d’applicazione sono molteplici: piccoli annunci nei giornali, sistemi di cartine (cartine stradali o escursionistiche), cataloghi di prodotti. Non solo imprese private di tutte le dimensioni, ma anche istituzioni pubbliche, soprattutto del settore dell’istruzione e della ricerca, possono sfruttare l’immenso potenziale dei vantaggi offerti. 

 

La Gerhò di Bolzano, quale prima impresa del suo settore in Italia, punta sul nuovo sistema con l’obiettivo di raddoppiare il fatturato del mercato online nel giro di 2 anni, nonostante questo sia già oggi superiore alla media. A 30.000 potenziali studi dentistici viene offerta la possibilità di ordinare i prodotti necessari con un semplice click. Questo nuovo accorgimento offerto al cliente finale, è un valido aiuto alle imprese nella commercializzazione dei loro prodotti.

 

L’interesse e la richiesta del prodotto è decisamente alta. Numerose imprese di dimensioni e dei settori più svariati intendono implementare il „Wiziway-Click on Tag“  per incrementare il fatturato-online o per creare un valore aggiunto. Tra gli interessati per il nuovo sistema, il Technikum di Vienna, la Ferrari di Maranello e l’AC Milan.

 

 

 
 
COO'EE Italia
via volto san luca 31
37122 verona
tel. 0458033155
fax 0458009628
www.cooeeitalia.com
info@cooeeitalia.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl