Settimana del Buon Vivere: soddisfazione per le presenze

10/dic/2010 12.46.23 Legacoop Forlì-Cesena Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Comunicato stampa Legacoop FC, LILT e IRST

SODDISFAZIONE PER LA SETTIMANA DEL BUON VIVERE:
PIU' DI 3.500 PERSONE HANNO PARTECIPATO AGLI EVENTI

C'è grande soddisfazione per i risultati della prima edizione della Settimana del Buon Vivere organizzata da Legacoop Forlì-Cesena, LILT e IRST dal 4 al 10 ottobre. Più di 3.500 persone hanno partecipato agli eventi in programma, che hanno attirato l'attenzione dei grandi media nazionali (TG1 e Radio Due). Visitatissimo il sito web. Il ringraziamento a tutti i partner dell'iniziativa.

(Forlì-Cesena, 12/10/2010) �“ C'è grande soddisfazione tra gli organizzatori della Settimana del Buon Vivere, la rassegna su prevenzione, salute e alimentazione organizzata dal 4 al 10 ottobre da Legacoop Forlì-Cesena, LILT e IRST in collaborazione con le Istituzioni, le Associazioni di categoria, la Fondazione Cariromagna, le AUSL, l'AIL, il mondo del volontariato, dell'università e dell'impresa. Più di 3.500 persone hanno partecipato agli eventi in cartellone. E questo senza contare le rassegne collegate come il Festival Sedicicorto e la fiera Macfrut, che a loro volta hanno riscosso un notevole gradimento da parte del pubblico. Un successo confermato anche dalle visite al sito ufficiale, che nel periodo di svolgimento dell'iniziativa ha totalizzato quasi 2.500 visitatori unici provenienti da tutta Italia e circa diecimila pagine viste.

I media locali, regionali e nazionali hanno rilanciato più volte la manifestazione: la Settimana del Buon Vivere è stata oggetto di attenzione, tra gli altri, da parte del TG1 e del programma di Rai Due “Decanter”. «Segno che il nostro intento �“ dice Monica Fantini, direttore di Legacoop Forlì-Cesena �“ è stato colto a più livelli: è proprio quando è necessario uscire dai momenti di crisi che occorre valorizzare la propria identità, poggiare le basi per costruire il futuro e riqualificare il tessuto economico, sociale e culturale. L'idea di mettere in rete il mondo economico, quello sanitario, quello della scuola e dell'università, quello della cultura e istituzionale si è dimostrata vincente: in questo modo siamo riusciti a mostrare le nostre eccellenze anche al di fuori dell'ambito in cui operiamo».

Grazie alla Settimana del Buon Vivere, infatti, la provincia di Forlì-Cesena è diventata il centro della comunicazione legata alla prevenzione e ai sani stili di vita, con testimonial e protagonisti del calibro di Luciano Onder (TG2 Salute), Simona Branchetti (TG5), Federico Quaranta (Radio Due), l'attore Andy Luotto, lo studioso dei media Enrico Menduni e la squadra del Cesena Calcio. Senza dimenticare i grandi nomi della medicina che hanno affiancato i medici dell'IRST e degli ospedali di Forlì e Cesena negli incontri con la cittadinanza, come Sante Tura, Franco Mandelli, Franco Berrino, Alfredo Calligaris, Michelangelo Giampietro, Laura Dalla Ragione e la nutrizionista di Miss Italia, Sara Farnetti.

Il programma, pensato per soddisfare ad ampio raggio le esigenze di pubblici molto diversi tra loro, non prevedeva solo convegni e conferenze, ma anche prove di fitness, sedute di yoga della risata, riflessioni sull'architettura e il design, spettacoli teatrali per ragazzi, laboratori di sana alimentazione per i bambini delle scuole e aperitivi a base di frutta.

«Fondamentale �“ prosegue Monica Fantini �“ è stata la collaborazione instaurata tra tante realtà diverse, e desidero inviare un sincero ringraziamento a tutti coloro che hanno creduto e partecipato a questo grande sforzo organizzativo. Ognuna di queste esperienze che parlano di salute, di prevenzione, di alimentazione, di corretti stili di vita, di sport ma anche di economia, di cultura, di città del futuro, di conciliazione e di equità, si sono unite e come fossero pezzi di puzzle sono riuscite a creare un insieme che evidenzia quanto l'una tessera senza l'altra renda il tutto incompleto e, soprattutto, quanto questa comunità abbia voglia di continuare a confrontarsi e costruire cose che guardano al futuro e che coinvolgono tutti».

Si scaldano già i motori, intanto, per l'edizione 2011, che dovrebbe svolgersi sempre in ottobre ma con alcune sostanziali novità. I punti di riferimento per chi vuole tenersi in contatto rimangono il sito ufficiale della manifestazione (www.settimanadelbuonvivere.it) e la pagina Facebook (www.facebook.com/buonvivere).


I partner. La Settimana del Buon Vivere è promossa da Legacoop Forlì-Cesena, IRST e LILT in collaborazione con AGCI, Confapi, CNA, Confesercenti, Confindustria, CIA, CAM e Federimpresa. L'iniziativa è patrocinata da Ministero della Salute e Ministero delle Politiche Agricole, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Forlì-Cesena, Comune di Forlì, Comune di Cesena, AUSL di Forlì e Cesena, Camera di Commercio di Forlì-Cesena, Università di Bologna, Romagna Acque, Segretariato Sociale RAI e Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. Gli sponsor sono Takeda Italia, Apofruit, Coop Adriatica, Cear, Conscoop, CEIF, Conad, Formula Servizi, Unipol, Unisalute, Idrotermica e Insieme Salute Romagna. I partner tecnico-scientifici: AICCON, AIL, AUSL Forlì e Cesena, Macfrut, Il Pensiero Scientifico Editore, Alimos, Innovacoop, Noventia Pharma, Sedicicorto, Sapim e Sunset.

Ufficio stampa e relazioni media: Emilio Gelosi, 347 0888128 • emilio.gelosi@sapim.it
Per non ricevere più questi aggiornamenti: emilio.gelosi@sapim.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl