'Cyber Europe 2010'; Esercitazione di Sicurezza Informatica con 320 "incidenti" portati a termine con successo

05/nov/2010 20.57.45 Pr NewsWire Aziende Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
'Cyber Europe 2010'; Esercitazione di Sicurezza Informatica con 320 "incidenti" portati a termine con successo

BRUXELLES e HERAKLION, Grecia, November 5, 2010/PRNewswire/ -- La prima esercitazione paneuropea "Cyber Europe 2010" è stata
conclusa ieri con successo. Più di 150 esperti provenienti da 70 enti
pubblici di tutta Europa hanno preso parte all'esercitazione e sono stati
esposti a più di 320 incidenti, o "immissioni". L'esercitazione ha
rappresentato un primo passo fondamentale per il consolidamento della
protezione informatica in Europa. Adesso gli Stati Membri hanno il compito
principale di implementare le "lessons learnt" identificate durante
l'esercitazione. L'Agenzia sostiene inoltre l'attuazione da parte di tutti
gli Stati Membri europei di esercitazioni nazionali per migliorare la propria
Critical Information Infrastructure Protection (CIIP - Protezione delle
Infrastrutture Critiche Informatizzate).



L'esercitazione ha messo in luce una serie di aspetti
relativi ai canali di comunicazione e alle procedure che possono essere
migliorati. Il direttore esecutivo di ENISA, il Dott. Udo Helmbrecht, ha
commentato:



"Questa esercitazione ha rappresentato il primo passo
fondamentale per il consolidamento della protezione informatica in Europa.
Adesso, gli Stati Membri hanno il compito di analizzare e implementare
correttamente i risultati, che si riferiscono a come migliorare i canali di
comunicazione e le procedure. Tutto ciò deve avvenire sia all'interno degli
Stati Membri sia tra gli Stati Membri di tutta Europa, al fine di rinforzare
la nostra collaborazione comune"



L'esercitazione aveva i seguenti obiettivi:



- Instaurare un clima di fiducia tra gli attori all'interno
dello Stato Membro, e tra gli Stati Membri (SM)



- Ottenere una migliore comprensione della gestione degli
incidenti nei diversi SM europei.



- Verificare i canali di comunicazione, i punti di
comunicazione e le procedure nello SM/tra gli SM.



- Mettere in evidenza le interdipendenze tra gli SM in Europa.



- Incrementare le procedure di supporto reciproco durante gli
incidenti o gli attacchi informatici estesi.



All'esercitazione hanno preso parte 22 Stati Membri in
qualità di attori e 8 Stati Membri in qualità di osservatori. In tutto, erano
presenti circa 50 persone presso il Centro di Controllo dell'Esercitazione,
situato ad Atene, che sono state esposte a più di 320 cosiddette "immissioni"
di sicurezza relative alla disponibilità di internet e ai corrispondenti
servizi critici online. Negli Stati Membri partecipanti di tutta Europa,
altre 80 persone hanno seguito le istruzioni provenienti dai moderatori
nazionali ad Atene. E' possibile che gli attori su base nazionale abbiano
usufruito di ulteriori contatti nei loro Stati Membri. I profili tipici degli
attori erano i Team di Risposta alle Emergenze Informatiche, i Ministeri, le
Autorità Nazionali di Regolamentazione, ecc.



Cyber Europe 2010 è organizzato dagli Stati Membri dell'UE
con il supporto del European Network Security Agency (ENISA - Agenzia Europea
per la Sicurezza delle Reti e dell'Informazione) (http://www.enisa.europa.eu/
) e del Joint Research Centre (JRC - Centro comune di Ricerca) dell'UE
(http://ec.europa.eu/dgs/jrc/index.cfm?id=10).



Prossimi passi



- Il 10 Novembre, l'Agenzia terrà un briefing con i media a
Berlino, alla Rappresentanza della Commissione (
http://ec.europa.eu/deutschland/press/index_de.htm), durante il quale fornirà
maggiori informazioni e le prime conclusioni sui risultati
dell'esercitazione.



- L'esercitazione sarà oggetto di valutazione approfondita.
Saranno effettuate anche valutazioni a livello nazionale, da inserire
successivamente nel resoconto dell'esercitazione, che sarà pubblico e a
livello europeo. Il resoconto completo sarà pubblicato all'inizio del
prossimo anno, ossia agli inizi del 2011.



Contesto politico:



Comunicazione del Commissario Kroes sulla Protezione delle
Infrastrutture Critiche Informatizzate (CIIP - Critical Information
Infrastructure Protection)



COM(2009) (
http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=COM:2009:0149:FIN:EN:PDF)
The 'Digital Agenda' (http://europa.eu/rapid/pressReleasesAction.do?reference=MEMO/10/223&format=HTML&aged=0&language=EN&guiLanguage=en).



Link alle FAQ (
http://www.enisa.europa.eu/media/news-items/faqs-cyber-europe-2010-final )



(dettagli completi sulla portata, gli obiettivi, il quadro di
riferimento, ecc.).



Link al comunicato stampa della Commissione (
http://europa.eu/rapid/pressReleasesAction.do?reference=IP/10/1459&format=HTML&aged=0&language=EN&guiLanguage=en).



(A causa della lunghezza di questo URL, potrebbe essere
necessario copiare e incollare il collegamento ipertestuale nel campo
indirizzo del proprio browser internet. Rimuovere gli spazi se presenti)



Link al logo di CYBER EUROPE 2010 (
http://www.enisa.europa.eu/media/news-items/Cyber_Europe_logo_HIGH.jpg/view),
in alta risoluzione.



http://www.enisa.europa.eu





Source: ENISA - European Network and Information Security Agency

Per interviste o ulteriori dettagli: Ulf Bergstrom, portavoce, ENISA, press@enisa.europa.eu, Mobile: +30-6948-460-143


-------
Profile: My Profile 1
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl