TT&A: Comunicato AirPlus - Viaggi d'affari: u n quadro in chiaroscuro dalla 6a edizione del Travel Management Study di AirPlus

08/nov/2010 14.15.32 TT&A Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Viaggi d’affari: un quadro in chiaroscuro dalla 6a edizione del Travel Management Study di AirPlus

 
In Italia: Travel Manager meno ottimisti sulla ripresa dei viaggi d’affari, elevate le aspettative di ulteriori risparmi sulla spesa per le trasferte di lavoro.

 

Bologna, 8 novembre 2010 - Ripresa dei viaggi d’affari a velocità variabile nei diversi paesi a dimostrazione di una ripresa economica disomogenea con i Travel Manager nord americani decisamente più ottimisti - il 49% prevede infatti un un incremento nel volume dei viaggi d’affari aziendali - rispetto ai colleghi europei (27%). Previsti in ripresa i viaggi in aereo che rappresentano il 47% del budget complessivo destinato alle spese di viaggio, in crescita le tariffe speciali negoziate con gli hotel ma in generale, nel corso dell’anno, i Travel Manager non sono riusciti ad ottenere ulteriori sconti dai fornitori di servizi (vettori, hotel, autonoleggio, ferrovie). Si consolidano le politiche di controllo della spesa implementate durante la recessione con il 77% dei Travel Manager che prevede di mantenere le politiche di riduzione delle spese introdotte nel corso degli ultimi due anni, mentre quasi 3 aziende su 4 hanno ormai optato per la gestione centralizzata dei programmi di viaggio, cui riconoscono diversi benefici sui costi diretti e indiretti. La tendenza infatti ad adottare soluzioni di pagamento centralizzate da parte delle aziende è motivata dal riconosciuto beneficio di  poter disporre di dati di elevata qualità e completezza, che consentono un’analisi approfondita delle spese e l’individuazione di aree di intervento e ottimizzazione. Emerge infine la difficoltà a disporre di dati validi per il settore MICE, dove c’è ancora un ampio margine per la negoziazione con i fornitori. Sono queste alcune delle principali tendenze che emergono dalla sesta edizione dell’ “AirPlus International Travel Management Study”, uno studio che analizza mettendoli a confronto 20 importanti mercati mondiali tra cui l’Italia, e ora disponibile on line, gratuitamente e in italiano all’indirizzo www.airplus.com


Tra gli altri dati emersi si rafforza il ruolo dei Travel Manager all’interno dell’azienda, tengono le politiche “verdi” di tutela dell’ambiente e compensazione della CO2 associata alle trasferte aziendali, cresce l’attenzione alla sicurezza dei pagamenti effettuati con carta di credito.

“Lo studio di quest’anno mette in evidenza dei segnali di cambiamento di lungo termine che caratterizzano ormai il segmento dei viaggi d’affari aziendali”, ha dichiarato Diane Laschet, Amministratore Delegato di AirPlus International Italy.  “Appare evidente che i tassi di crescita del segmento nei mercati maturi degli USA e dell’Europa Occidentale sono destinati a rallentare mentre i mercati emergenti quali Cina e Brasile vedono previsioni di crescita a doppia cifra. La recessione inoltre ha funto da stimolo ai Travel Manager per controllare meglio i programmi e le politiche aziendali di viaggio, consolidando il loro ruolo in azienda.


Ripresa dei viaggi d’affari: Italia a rilento

Nell’ambito di un Europa decisamente timida spicca il pessimismo italiano sulla ripresa dei viaggi d’affari a testimonianza che il nostro Paese stenta a cogliere la ripresa economica. I Travel Manager italiani si dimostrano infatti i più pessimisti con solo il 18% dei responsabili viaggi intervistati che prevedono una crescita della spesa per le trasferte aziendali rispetto al 25% della media europea. Spazi di miglioramento per la negoziazione di tariffe aziendali con gli hotel - solo il 64% degli italiani negoziano rispetto al 71% della media europea - mentre appare decisamente virtuosa la negoziazione sul fronte delle tariffe aeree con l’83% dei Travel Manager italiani impegnati su questo fronte rispetto al 54% della media europea. Le aspettative di risparmio per tutti i servizi di business travel da parte dei responsabili viaggi italiani sono superiori a quelle europee a conferma che in Italia esistono ancora ampi margini di negoziazione delle tariffe.

 
Quasi tutte le aziende italiane intervistate analizzano in dettaglio la spesa di viaggio (97%) rispetto al 76% della media europea, anche se rimane stabile l’uso di sistema di analisi professionali la cui penetrazione è ancora limitata. Per quanto riguarda le tematiche ambientali il 26% delle imprese italiane prevede di avviare nel corso dei prossimi 12 mesi politiche di tutela dell’ambiente anche per quanto riguarda il segmento dei viaggi d’affari.

 
Lo studio, completato nel 2010 dalla società internazionale di ricerche di mercato 2hm per conto di AirPlus ha interessato 20 paesi: Italia, Australia, Austria, Belgio, Brasile, Cina, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Messico, Norvegia, Paesi Bassi, Regno Unito, Portogallo, Repubblica del Sud Africa, Singapore, Spagna, Stati Uniti, Svezia e Svizzera. Lo studio è stato redatto sulla base di 1.707 interviste sostenute con le figure professionali (Travel Manager) che all’interno delle aziende si occupano della gestione dei viaggi d’affari.

 

- fine -

CS11/10

 

AirPlus International

Con oltre 33.000 aziende clienti AirPlus International è una società multinazionale leader a livello globale nella fornitura di soluzioni per il pagamento e l’analisi dei viaggi d’affari aziendali (Business Travel Management). I prodotti e i servizi offerti da AirPlus sono commercializzati nel mondo con il nome AirPlus International. AirPlus è la più importante società emettitrice di carte UATP e gestisce i pagamenti della biglietteria aerea per oltre 250 vettori. Per ulteriori informazioni www.airplus.com.

 

I comunicati AirPlus sono disponibili on line all’indirizzo www.tta.it/digitalmedia e su Twitter all’indirizzo www.Twitter.com/TTAPR

 

Per ulteriori informazioni

Patrick Trancu, TT&A - Theodore Trancu & Associates, Tel: 02.58.45.70.1, Cell 335-23078



I comunicati dei nostri clienti sono disponibili on line con feed RRS all'indirizzo www.tta.it/digitalmedia e su twitter all'indirizzo www.twitter.com/ttapr

Visita il mio blog su comunicazione e gestione di crisi e iscriviti al feed RSS per tenerti sempre aggiornato su nuovi post.

Thinking about your next vacation? Visit www.siladen.com
-----------------------------------------------------------------------------
TT&A - THEODORE TRANCU & ASSOCIATES S.r.l.
Public Relations and Stakeholder Dialogue Consultants
Viale Beatrice d'Este 15,  20122 Milano, Italy
Tel. +39-025845701, Fax +390258457070
Mobile: +39-335230789
E-mail: info@tta.it, Internet: www.tta.it
Skype: patricktrancu
----------------------------------------------------------------------------

Confidentiality Note: This message is intended only for the named recipient and may contain confidential, proprietary or legally privileged information. Unauthorized individuals or entities are not permitted access to this information. Any dissemination, distribution, or copying of this information is strictly prohibited. If you have received this message in error, please advise the sender by reply e-mail, and delete this message and any attachments. Thank you.

P 
Prima di stampare questa mail considera l’impatto ambientale
Please consider environment before printing this mail

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl