OPTIMA, ACCORDO CINESE PER IL GELATO MADE IN ITALY

22/nov/2010 10.05.11 PRS INTERNATIONAL Srl Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
OPTIMA, ACCORDO CINESE PER IL GELATO MADE IN ITALY

160 gelaterie a Shanghai in 3 anni, per un fatturato di 30 milioni di euro: sono i termini dell’intesa tra l’azienda riminese, leader mondiale nei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 72 milioni; Ebitda: 12,5 milioni), e Bright Food, colosso cinese da 76 bilioni di yuan. Previsioni fatturato Optima 2010: +13%

 

Rimini, 22 Novembre 2010

Optima, leader mondiale dei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 72 milioni; Ebitda: 12,5 milioni), rafforza la propria posizione nei mercati emergenti siglando una joint venture con il colosso cinese dell’alimentare Bright Food (fatturato 2009: 76 bilioni di yuan) per l’apertura di 160 gelaterie artigianali della catena Iceason nella sola Shanghai.

 

65 gelaterie sono già attive e, calcolando un fatturato medio annuo di 2.000.000 yuan a gelateria, il fatturato previsto nel primo anno è di 15 milioni di euro. Entro il 2012 tutte le strutture saranno funzionanti, per un fatturato atteso di oltre 30 milioni di euro. L’accordo prevede che Optima fornisca tutti i prodotti e dia la sua consulenza per l’allestimento, l’introduzione delle macchine, la gestione dei punti vendita e la formazione specifica dei partner cinesi con il supporto dei maestri gelatieri della propria Scuola del Gelato.

 

Optima ha investito in autofinanziamento 8 milioni di euro nell’accordo con Bright Food, nonché per la realizzazione di due gelaterie con marchio “Il Gelato di Bruno” a Singapore, inaugurate tra settembre e ottobre presso il più grande centro commerciale della città. «Una vetrina colossale per il gelato italiano artigianale, dato che Singapore è la porta dell’intero Far Est - sottolinea il presidente Optima Giordano Emendatori».

 

«Ora punteremo con forza anche all’India, altro mercato in forte espansione; proprio in India abbiamo attivato due nuove gelaterie in collaborazione con due comunità religiose attive sul fronte della formazione, testando in questo modo un nuovo modello di “business etico” che sia di sostegno al lavoro e allo stesso tempo favorisca una più rapida espansione del mercato del gelato artigianale».

 

I successi di Optima all’estero, che rappresenta l’80% del suo giro d’affari, e in particolare in Cina, vengono da lontano. «Nel 1994 - racconta il presidente - ho fatto il primo viaggio in Cina e ho capito che, assieme all’India, quel Paese rappresentava il nostro futuro. Prima però bisognava fare cultura, formazione, creare l’humus giusto. Nel 2000 abbiamo iniziato un programma di introduzione del gelato italiano, impiantando in seguito a Shanghai uno showroom-laboratorio. Ora siamo tra i principali rappresentanti del settore in una nazione dove, assieme all’India, la classe media raggiungerà, entro il 2020, gli 800 milioni di persone».

 

Nessun aiuto è mai arrivato dalle istituzioni italiane: un motivo di profondo rammarico per il presidente Optima. «Eppure il gelato artigianale è l’unico vero nostro Made in Italy. La moda ce la contendiamo con i francesi e gli americani, le auto con i tedeschi e i giapponesi. Il gelato artigianale l’abbiamo inventato noi, in questo settore non c’è posto che per l’Italia. Ma nessuno a Roma pensa a un’azione di sostegno a favore di questo nostro rinomatissimo prodotto».

 

La Società riminese patisce direttamente l’indifferenza delle Autorità verso questo fiorente settore, e si dice vittima delle ben note lungaggini della burocrazia. Spiega Emendatori: «Attualmente dobbiamo commissionare a terzi la realizzazione di alcuni prodotti perché l’amministrazione locale non ci ha ancora concesso l’ampliamento dello stabilimento necessario per introdurre linee produttive più performanti e assumere nuovi giovani. Sono tre anni che aspettiamo, e se entro dicembre la situazione non si sbloccherà, sarò costretto a delocalizzare».

 

Fondata nel 1984, Optima-Mec3 è leader assoluta nella produzione di ingredienti e semilavorati per gelato artigianale e pasticceria. Nel 2006 è stata inserita nella classifica di “Europe's 500” che individua le Pmi più dinamiche d'Europa. Nel 2007 il fatturato era di 54 milioni; le previsioni 2010 parlano di 80 milioni (Ebitda: 15 milioni): un quasi-raddoppio in quattro anni, e un +13% rispetto al 2009. L’organico è composto da 160 dipendenti e 50 stagionali.
 
___________________________________________
PRS Consulting Group
Via San Felice, 98 - 40122 Bologna (Italy)
Tel. +39 051 522440
Fax +39 051 553857
E-mail prs@prs.it
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl