Gli esperti hanno raggiunto un accordo sulle principali caratteristiche delle terapie combinate per il trattamento dell'asma

Gli esperti hanno raggiunto un accordo sulle principali caratteristiche delle terapie combinate per il trattamento dell'asma Gli esperti hanno raggiunto un accordo sulle principali caratteristiche delle terapie combinate per il trattamento dell'asma CAMBRIDGE, Inghilterra, December 6, 2010/PRNewswire/ -- - L'accordo fornirà ai medici le indicazioni necessarie per scegliere le migliori terapie combinate per i loro pazienti asmatici I dati presentati quest'oggi alla Conferenza Internazionale della World Allergy Organization (WAO) hanno evidenziato che l'efficacia clinica, la sicurezza, la tollerabilità e la rapidità di azione di un Beta2 agonista ad azione prolungata (LABA), la potenza del corticosteroide (ICS) inalato e la flessibilità del dosaggio rappresentano le caratteristiche principali che influenzano gli esperti nella scelta della terapia combinata per il trattamento dell'asma.[1] Questo studio, intrapreso sotto gli auspici del Global Allergy and Asthma European Network (GA2LEN), ha utilizzato il processo Delphi, una metodologia riconosciuta per il raggiungimento del consenso, che permette ad un gruppo di esperti di affrontare un problema complesso attraverso cicli di feedback strutturati.

06/dic/2010 15.32.27 Pr NewsWire Aziende Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Gli esperti hanno raggiunto un accordo sulle principali caratteristiche delle terapie combinate per il trattamento dell'asma

CAMBRIDGE, Inghilterra, December 6, 2010/PRNewswire/ --

- L'accordo fornirà ai medici le indicazioni necessarie per scegliere le
migliori terapie combinate per i loro pazienti asmatici



I dati presentati quest'oggi alla Conferenza Internazionale della World
Allergy Organization (WAO) hanno evidenziato che l'efficacia clinica, la
sicurezza, la tollerabilità e la rapidità di azione di un Beta2 agonista ad
azione prolungata (LABA), la potenza del corticosteroide (ICS) inalato e la
flessibilità del dosaggio rappresentano le caratteristiche principali che
influenzano gli esperti nella scelta della terapia combinata per il
trattamento dell'asma.[1] Questo studio, intrapreso sotto gli auspici del
Global Allergy and Asthma European Network (GA2LEN), ha utilizzato il
processo Delphi, una metodologia riconosciuta per il raggiungimento del
consenso, che permette ad un gruppo di esperti di affrontare un problema
complesso attraverso cicli di feedback strutturati.



"A causa della mancanza di linee guida precise che permettano di
scegliere una terapia ICS/LABA specifica per l'asma e dell'assenza di prove
certe a sostegno delle differenze di efficacia clinica tra le combinazioni
disponibili, questo consenso è in grado di fornire ai medici indicazioni
migliori e di dar loro fiducia in relazione alla scelta della migliore
alternativa per i loro pazienti," ha commentato il Professor David Price del
Centre of Academic Primary Care dell'Università di Aberdeen, nel Regno Unito.



Secondo questo studio, i fattori principali per la scelta di una terapia
combinata, nell'ambito di un approccio graduale al trattamento dell'asma,
hanno la seguente classificazione: flessibilità di dosaggio (consenso del
88%), sicurezza del ICS e del LABA nel lungo termine (81%), efficacia clinica
(81%), rapidità di azione del LABA (69%) e potenza del ICS (69%).[1],[2]



Le conclusioni di un altro studio presentato al congresso della WAO
supportano i risultati del processo Delphi, indicando che combinazioni dalle
caratteristiche simili sono importanti per i medici.[2] Questo studio
attitudinale, che ha analizzato le opinioni di oltre 1,000 tra specialisti di
respirazione e medici di base provenienti da 13 paesi dell'Unione Europea, ha
individuato nella pratica reale il miglioramento dei sintomi (71%) e la
potenza del ICS (55%) come le caratteristiche più importanti, seguite dal
miglioramento del volume fisso di espirazione in 1 secondo (FEV1; 50%),
sicurezza e tollerabilità (43&), rapidità di azione (42%), flessibilità di
dosaggio (40%) e durata dell'azione (37%).[2]



Un altro studio presentato alla conferenza della WAO ha mostrato un
aumento della tendenza alla prescrizione di combinazioni fisse di un ICS e di
un LABA durante il periodo 2004-2009; nello stesso periodo, invece, sono
leggermente diminuite le prescrizioni di soli ICS o in combinazione libera
con un LABA.[3] Lo studio ha rilevato che, nel complesso, il fluticasone è
stato l'ICS maggiormente prescritto in Europa, nonché il più prescritto in
inalatori di combinazione a dose fissa.[3]



Tutti gli studi sono stati finanziati da investimenti di Mundipharma.



"Il sostegno che Mundipharma ha fornito a questi studi dimostra il suo
impegno e la sua volontà di investire nella ricerca, che sarà alla base dello
sviluppo di strategie migliori per il trattamento dell'asma e che permetterà
infine di ridurre il peso a livello individuale e sociale di questa malattia
debilitante," ha affermato il Professor Dott. Karen Reimer, Direttore Europeo
Ricerca e Sviluppo presso la Mundipharma.



Note agli editori



A proposito degli studi presentati alla WAO



Terapia combinata per l'asma: il processo Delphi



GA2LEN ha intrapreso un processo Delphi per raggiungere un accordo su
quali siano i fattori più importanti da tenere in considerazione nella scelta
di una combinazione ICS/LABA per il trattamento dell'asma. Trentadue esperti
provenienti da 9 paesi europei (Austria, Finlandia, Francia, Germania,
Italia, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito) sono stati invitati a
partecipare. In questo processo Delphi sono stati esaminati tre cicli di
feedback strutturati.



Indagine attitudinale pan-europea



Sulla base delle risposte del gruppo di consenso Delphi è stato
sviluppato un questionario attitudinale, che è stato poi tradotto e la cui
sperimentazione pilota è stata svolta tramite interviste faccia a faccia.
Successivamente, sono state condotte interviste informatizzate sul web in 13
paesi europei. Dei 1861 intervistati, 1007 (54%) sono risultati idonei
all'inserimento; l'85% degli intervistati idonei era composto da specialisti
di respirazione mentre il 15% erano medici di base con un interesse
particolare per l'asma e con una media di 59 pazienti asmatici al mese. La
metà (50%) dei pazienti affetti da asma erano sottoposti a trattamento con
combinazioni fisse di ICS/LABA, 15% solo con ICS, 10% con combinazioni libere
di ICS/LABA, 10% solo con Beta2 agonisti a breve durata, 10% con altra
terapia e 5% solo con LABA.



Tendenze nella prescrizione di corticosteroidi inalati, soli e in
combinazione con Beta2 agonisti ad azione prolungata, nel periodo 2004-2009
in Europa.



Lo studio ha raccolto informazioni relative alla prescrizione di ICS e
LABA nel retail in 12 paesi europei (Austria, Danimarca, Finlandia, Francia,
Germania, Irlanda, Italia, Olanda, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito)
tra il Q4 2004 e il Q3 2009. Per ciascuna formulazione di ciascun
trattamento, il numero di attuazioni è stato convertito nel numero di
inalatori prescritti.



A proposito di Mundipharma



Le consociate indipendenti Mundipharma / Napp / Norpharma sono società
private e joint venture che coprono i mercati farmaceutici mondiali. In tutto
il mondo, queste società si impegnano ad offrire ai pazienti affetti da
malattie gravi e debilitanti i vantaggi derivanti dalle nuove tipologie di
trattamento, nell'ambito ad esempio dell'artrite reumatoide, del dolore
moderato e intenso, dell'emato-oncologia e delle malattie respiratorie.



Per maggiori informazioni: http://www.mundipharma.co.uk



Bibliografia:

1. Price D, Bousquet J. Combination therapy for asthma: results of a
Delphi process. Abstract presentato alla Conferenza Internazionale
della World Allergy Organization (WAO), tenutasi a Dubai dal 5 al
8 Dicembre 2010

2. Price D. Choosing combination therapy for asthma: results of a
pan-European attitudinal survey. Abstract presentato alla Conferenza
Internazionale della World Allergy Organization (WAO), tenutasi a
Dubai dal 5 al 8 Dicembre 2010

3. Price D. Trends in prescribing inhaled corticosteroids alone and in
combination with long-acting Beta2-agonists in Europe in 2004-2009.
Abstract presentato alla Conferenza Internazionale della World Allergy
Organization (WAO), tenutasi a Dubai dal 5 al 8 Dicembre 2010




La versione originale e valida di questo comunicato è in lingua inglese.
Le traduzioni sono unicamente destinate alla distribuzione sui media e la
versione inglese ha la precedenza su di esse in ogni dettaglio.



Source: Mundipharma

Per maggiori informazioni si prega di contattare: Bily Kuo, Bily.Kuo@mundipharma.co.uk, +44(0)1223-397-118; Wioletta Niznik, WNiznik@webershandwick.com, +44(0)2070-670-202


-------
Profile: My Profile 1
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl