L’andamento 2010 della compravendita delle case a Bologna

09/gen/2011 12.56.23 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Fine 2010 arriva il rapporto Tecnocasa sull'Emilia-Romagna che fotografa una situazione in leggero miglioramento per quanto riguarda l'andamento dei prezzi della città delle due torri. Le zone della città di Bologna che iniziano i segnali più positivi nella domanda dai monolocali e bilocali sono quella di Via Lame, Via Riva Reno e Via Marconi dove i prezzi si aggirano intorno ai 2.500 euro e 2.600. il prezzo alto è dovuto alla vicinanza con Via Indipendenza. Chi decide di comprare in queste zone sono i genitori di figli fuori sede e professionisti arrivati da poco in città e che sono alla ricerca di un posto dove vivere nelle vicinanza della stazione, del centro e dell’università.

Il rapporto Tecnocasa mette anche in evidenza il fatto nel 2010, per quanto riguarda le case a Bologna, sono stati stipulano soprattutto contratti di locazione a canone concordato e per un bilocale si tende a spende in media 600 euro al mese. La zona più apprezzata e in cui si sono acquistati o presi in affitti più appartamenti è quella del Palasport di piazza Azzarita e il motivo è che in questa zona è possibile entrare con l'auto mentre tutte le zone circostanti a quest’ultima sono a traffico limitato. Il prezzo di questi locali si aggira intorno ai 2300 euro al metro quadro fino ad  un massimo di 2500. Nel rapporto Tecnocasa emerge che la zona regina, quella più quotata, è quella di Via Urbana e più in generale la parte sud del centro storico dove si arriva a pagare ben 6.500 euro al metro quadro.  Una zona invece che ha subito un calo di quotazione e di domanda dell’1,8% è quella di San Donato.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl