Agenzia Europea pubblica nuova relazione sulla sicurezza del cloud computing a livello governativo nell'UE

Agenzia Europea pubblica nuova relazione sulla sicurezza del cloud computing a livello governativo nell'UE Agenzia Europea pubblica nuova relazione sulla sicurezza del cloud computing a livello governativo nell'UE BRUXELLES e CANDIA, Grecia, January 17, 2011/PRNewswire/ -- L'agenzia europea per la "cybersicurezza" ENISA ha diffuso una nuova relazione sull'uso del cloud computing a livello governativo.

17/gen/2011 01.07.59 Pr NewsWire Aziende Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Agenzia Europea pubblica nuova relazione sulla sicurezza del cloud computing a livello governativo nell'UE

BRUXELLES e CANDIA, Grecia, January 17, 2011/PRNewswire/ -- L'agenzia europea per la 'cybersicurezza' ENISA ha diffuso una nuova
relazione sull'uso del cloud computing a livello governativo. La relazione è
rivolta ai dirigenti di organismi pubblici che devono prendere una decisione
in termini di sicurezza e resilienza, nel valutare le modalità di
un'eventuale adozione del sistema cloud. Lo scopo principale della relazione
è sostenere gli organismi pubblici nel prendere decisioni basate su rischi
calcolati, che riguardano la sicurezza dei dati, la resilienza del servizio e
la conformità legale nel processo di adozione del sistema cloud. Essa
evidenzia inoltre i pro e i contro della sicurezza e resilienza dei servizi
di cloud computing pubblici, privati o comunitari per gli organismi pubblici.



"La nuova relazione rappresenta un modello decisionale per i dirigenti,
volto a determinare le soluzioni di cloud migliori dal punto di vista della
sicurezza e della resilienza", spiega Daniele Catteddu, autore della
relazione. Nel testo sono illustrate e spiegate in dettaglio le diverse fasi
del modello decisionale, con quattro applicazioni esemplificative (i servizi
elettronici di assistenza sanitaria, le procedure amministrative
elettroniche, l'e-mail e le applicazioni per le risorse umane). Le analisi e
le conclusioni sono basate principalmente su tre scenari, che descrivono la
migrazione verso il cloud computing di un'Autorità Sanitaria e di
un'amministrazione pubblica locale e la creazione di infrastrutture cloud a
livello governativo.



L'Agenzia conclude che i servizi di cloud privati e comunitari sembrano
le soluzioni più confacenti alle esigenze delle pubbliche amministrazioni che
mirano a ottenere i massimi livelli di data governance. Se un'infrastruttura
cloud privata o comunitaria non raggiunge la necessaria massa critica, la
maggior parte dei benefici di resilienza e di sicurezza del modello cloud non
verrà realizzata.



"Il cloud pubblico offre un altissimo livello di affidabilità del
servizio ed è il più vantaggioso dal punto di vista dei costi", ha commentato
il Prof. Udo Helmbrecht, Direttore Esecutivo di ENISA. "Tuttavia, al
momento la sua adozione dovrebbe essere limitata ad applicazioni non
sensibili o non critiche, nel contesto di una strategia ben definita di
adattamento al cloud e con una chiara strategia di uscita."



La relazione presenta diverse raccomandazioni a governi e organismi
pubblici, tra le quali:



- I governi nazionali e le istituzioni dell'UE dovrebbero studiare il
concetto di un cloud a livello governativo per l'UE.



- Il cloud computing servirà presto una parte significativa dei
cittadini, delle PMI e delle amministrazioni pubbliche nell'UE. I governi
nazionali dovrebbero preparare una strategia in materia di cloud computing e
studiare il ruolo che il cloud computing giocherà per la protezione delle
infrastrutture critiche informatizzate(CIIP).



- Una strategia nazionale di cloud computing dovrebbe affrontare gli
effetti dell'interoperabilità e delle interdipendenze nazionali e
sovranazionali, i guasti a cascata e includere i cloud provider nei sistemi
di segnalazione previsti dagli articoli 4 e 13 della nuova Direttiva quadro
sulle telecomunicazioni (
http://europa.eu/legislation_summaries/internal_market/single_market_services/l24216a_en.htm).



- Leggete l'intera relazione e tutte le raccomandazioni su:



http://www.enisa.europa.eu/act/rm/emerging-and-future-risk/deliverables/security-and-resilience-in-governmental-clouds/



(A causa della lunghezza delle URLs, potrebbe essere necessario copiare e
incollare questi hyperlink nel campo dell'indirizzo URL del vostro browser.
Rimuovete eventuali spazi.)



La versione originale e valida di questo comunicato è l'inglese.



Le traduzioni sono unicamente destinate alla distribuzione sui media e la
versione inglese ha la precedenza su di esse in ogni dettaglio.





Source: ENISA - European Network and Information Security Agency

Per interviste: Ulf Bergstrom, Portavoce, ENISA, press@enisa.europa.eu Cellulare: +30-6948-460143; per ulteriori informazioni sulla relazione:
Daniele Catteddu, Esperto, daniele.catteddu@enisa.europa.eu


-------
Profile: My Profile 1
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl