Lecce, in un convegno messe a punto nuove proposte contro l'obesità infantile

Si è svolto sabato 9 aprile nell'accogliente cornice de I Giardini di Atena, a Merine di Lecce, il convegno dal titolo "Obesità Infantile", promosso dall'Associazione Onlus "Gli Amici di Mago Zurlì" in collaborazione con la Federazione Italiana Medici Pediatri.

16/apr/2011 11.43.08 Gruppo Villa Maria Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Si è svolto sabato 9 aprile nell’accogliente cornice de I Giardini di Atena, a Merine di Lecce, il convegno dal titolo “Obesità Infantile”, promosso dall’Associazione Onlus “Gli Amici di Mago Zurlì” in collaborazione con la Federazione Italiana Medici Pediatri. L’obesità è una malattia multifattoriale, con componenti genetiche e ambientali. E’ importante, quindi, intervenire modificando gli stili di vita scorretti, che nel tempo ne favoriscono l’insorgenza. Di questo si è parlato nel convegno, cercando di formulare proposte concrete di cambiamento, rivolte soprattutto alle famiglie. L’obesità infantile, però, non può essere considerata solo il risultato di scorretti comportamenti familiari. Altrettanto importante è il ruolo delle Istituzioni politiche nazionali e internazionali, che con adeguati programmi di informazione e sensibilizzazione possono contribuire a contenere il dilagare di questa vera e propria “epidemia”, come è stata definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Il convegno ha rappresentato, quindi, un importante momento di confronto tra clinici e politici, per arrivare a formulare una proposta pratica di intervento rivolta alle stesse Istituzioni. Tra gli invitati anche Cino Tortorella, per tutti il Mago Zurlì, ambasciatore Unicef e ideatore del Fiore della Solidarietà dello Zecchino d’Oro, unica trasmissione tv al mondo dichiarata dall’Unesco “Patrimonio dell’Umanità” per una cultura di pace, da sempre impegnato a difendere i diritti dei bambini.

Successiva a questa giornata sarà la realizzazione di un docufilm (ha già dato la sua disponibilità il grande regista Ermanno Olmi) e l’applicazione di un protocollo di intervento per affrontare adeguatamente il problema. Il convegno ha visto il coinvolgimento di eminenti specialisti del settore, alla presenza dell’Assessore Regionale alla Salute Tommaso Fiore, del Presidente della Provincia Antonio Gabellone e del Sindaco di Lecce Paolo Perrone. Un messaggio di sostegno all’iniziativa è arrivato dal senatore Paolo De Castro, Presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo, che ha fatto nominare dall’Unesco la Dieta Mediterranea “Patrimonio immateriale dell’Umanità”. Per l’occasione è stato anche formalmente istituito un Osservatorio Internazionale per la Tutela dei Diritti dell’Infanzia e il premio speciale “il Bimbo d’Oro”, consegnato a personalità distintesi nella difesa del “diritto dei bambini ad essere bambini”. Il premio è stato consegnato da Eleonora Sansavini (direttore operativo dell’Anthea Hospital di Bari), madrina dell’evento e rappresentante del Gruppo Villa Maria, che sostiene il Progetto insieme a Rotary International, Gruppo di supporto Sanità e Fame, distretto 2120.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl