Scegliere un prestito cambializzato

14/lug/2011 22.59.59 Camilla Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Per chi fosse interessato a richiedere a una banca un prestito cambializzato, ecco le caratteristiche principali di questo finanziamento.

  1. BENEFICIARIO. È il creditore cioè la persona fisica o giuridica (società commerciale S.p.A o S.r.l) che richiede il prestito e a cui viene concesso. Costui può: aspettare la scadenza per riscuotere la cambiale, trasferire la proprietà ad altri mediante una girata , cedere la propria cambiale ad una banca prima della data di scadenza sempre attraverso una girata. In questo ultimo caso è la banca ad anticipare il pagamento, ovviamente traendo guadagno su questa operazione.

  2. SCADENZA. L'indicazione della scadenza può essere: a giorno fisso (es: pagherò il 10 Ottobre) oppure a certo tempo data, in altre parole il tempo che viene indicato decorre dalla data di emissione (es: pagherò fra 2 mesi). Oppure ancora a vista, cioè il pagamento della somma avviene alla presentazione della cambiale. Se sulla cambiale non vi è nessuna data di scadenza indicata, ciò significa che al scadenza è pagabile a vista.

  3. DOMICILIAZIONE. Indica il luogo Il luogo dove si deve effettuare il pagamento che può essere o il domicilio del debitore oppure una banca.

  4. FIRMA. La firma rappresenta l'accettazione e il trattario diventa obbligato cambiario.

  5. GIRATA. La cambiale è un titolo di credito e per questo può essere trasferito. La girata si effettua come un assegno e quindi si fa sul retro. La girata della cambiale non può essere parziale (in riferimento all'importo) e non può essere sottoposta a condizioni.

Per maggiori info : prestiti personali online

 


 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl