Oculistica, al San Pier Damiano Hospital di Faenza 600 interventi annui per l'équipe del dottor Ugo Cimberle

Oculistica, al San Pier Damiano Hospital di Faenza 600 interventi annui per l'équipe del dottor Ugo Cimberle.

Persone Egidio Dal Fiume, Alberto Lanfernini, Ermanno Casadio, Stefano Mancini, Ugo Cimberle, Pier Damiano Hospital
Luoghi Italia, Cotignola, Faenza, Bassano del Grappa, provincia di Ravenna
Argomenti medicina, oculistica, chirurgia, anatomia

12/set/2011 10.25.37 Gruppo Villa Maria Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Da anni la provincia di Ravenna è un punto di riferimento per l'oftamologia italiana. Qui si sono sviluppate ed affinate tecniche chirurgiche innovative e si sono formati alcuni illustri chirurghi oculistici nazionali, come il professor Ugo Cimberle, nato a Bassano del Grappa nel 1958, che fin dall’inizio degli anni Novanta lavora per il Gruppo Villa Maria. Attualmente Cimberle opera in tre strutture del Gvm Care & Research: il San Pier Damiano Hospital di Faenza, il Maria Cecilia Hospital di Cotignola e il Ravenna Medical Center. Tuttavia la maggior parte della sua attività si sviluppa al San Pier Damiano Hospital, in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale. «Alla tradizionale attività ambulatoriale diagnostica affianchiamo quella chirurgica – spiega – Facciamo circa 600 interventi annui, il 90 per cento dei quali alla cataratta, ma anche di chirurgia pediatrica, per correggere gli strabismi e i difetti alle via lacrimali. Non mancano le tecniche innovative, come la chirurgia retinica microinvasiva per le patologie maculari, i trattamenti con farmaci intravitreali sempre per le malattie della macula e la chirurgia della cataratta ambulatoriale, con microincisione e in anestesia topica. Abbiamo poi in progetto l’utilizzo di lenti “premiun”, per le correzioni della presbiopia e dell’astigmatismo, che vengono impiantate al posto del cristallino». Al San Pier Damiano Hospital l’equipe guidata dal dottor Cimberle è formata anche dai colleghi Stefano Mancini, Ermanno Casadio e Alberto Lanfernini. Al Maria Cecilia Hospital (che per oculistica è convenzionato col Servizio Sanitario Nazionale a livello extra regionale) l’attività prevalente del dottor Cimberle è in regime privatistico, in collaborazione con il professor Egidio Dal Fiume, suo “maestro” storico. «A Cotignola siamo attrezzati per tutta la chirurgia di alta specialità, dal trapianto di cornea alla cataratta, fino alla chirurgia retinica. Per quanto riguarda l’attività ambulatoriale, facciamo tutta la cosiddetta parachirurgia, dal laser per correggere la retina, fino allo Yag Laser per trattare la cataratta secondaria. A Cotignola siamo stati fra i primi in Italia, nei primi anni Duemila, ad effettuare un trapianto di cellule staminali sulla cornea». Infine al Ravenna Medical Center il dottor Cimberle, che si occupa da più di 20 anni di chirurgia refrattiva con laser ad eccimeri, porta avanti un’attività ambulatoriale privatistica.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl