SOLARE TERMODINAMICO, IN ITALIA 180 MW IN CORSO DI AUTORIZZAZIONE

«Tra grandi e piccoli impianti di Solare Termodinamico a Concentrazione, attualmente in Italia abbiamo raggiunto quota di 180 MW in fase autorizzativa.

Persone Davide Chiaroni, Vittorio Brignoli, Aldo Macchiati, Fabiano Amati, Luciano Barra, Aldo Di Biagio, Massimo D'Aiuto, Francesco Di Mario, Cesare Fera, Antonio, Luca
Luoghi Roma, Italia, Mediterraneo, Puglia, Milano, Germania, Spagna, Africa del Nord
Organizzazioni Energy & Strategy Group, Commissione Ambiente, Camera dei deputati
Argomenti economia, impresa, politica, fisica, finanza, commercio

16/set/2011 14.35.13 D'I Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

«Tra grandi e piccoli impianti di Solare Termodinamico a Concentrazione, attualmente in Italia abbiamo raggiunto quota di 180 MW in fase autorizzativa. Un dato incoraggiante che dimostra la fiducia delle imprese, ma il futuro di questi investimenti dipende strettamente da una prossima uscita del Conto Energia. Gli imprenditori hanno fatto la loro parte: ora sta al Governo dare certezza alla realizzazione degli impianti, facendo chiarezza sugli aspetti economici e legislativi».

Lo ha dichiarato questa mattina Cesare Fera, presidente dell'Associazione Nazionale Energia Solare Termodinamica (www.anest-italia.it), al convegno «Scenari di Sviluppo per il CSP in Italia» organizzato da ANEST in collaborazione con ZeroEmission in occasione di Solartech, il Salone Internazionale dell’Energia Solare Termica a Concentrazione in corso a Roma.

 Al convegno, oltre alla rappresentanza del mondo industriale, hanno partecipato numerosi esperti di settore e rappresentanti delle istituzioni, tra questi Francesco Di Mario e Antonio di Luca dell'ENEA, Massimo D'Aiuto di Simest, l'on. Aldo Di Biagio della Commissione Ambiente della Camera, Luciano Barra del Dipartimento per l’Energia del Ministero dello Sviluppo Economico, l'assessore alle Opere pubbliche della Regione Puglia Fabiano Amati, Aldo Macchiati del GSE, Vittorio Brignoli dell'RSE e Davide Chiaroni dell'Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano

 L'incontro ha rappresentato l'occasione per fare il punto sullo stato del Solare Termodinamico a Concentrazione in Italia, arrivato ad una fase di importante sviluppo tecnologico e commerciale ma con la necessità di attivare una filiera per affrontare il mercato globale, come già avvenuto in Spagna e in Germania.

«L’Italia ha tutte le caratteristiche per dar vita ad un filiera del Solare Termodinamico con importanti ricadute economiche ed occupazionali – ha proseguito Cesare Fera – Il nostro Paese infatti dispone di un tessuto di industrie che gravitano attorno al settore termotecnico, in grado di dar vita alla struttura produttiva. Gode, inoltre, di una posizione geografica strategica per la vicinanza alle regioni del Nord Africa affacciate sul Mar Mediterraneo, un ottimo terreno per i futuri investimenti esteri. Per questo motivo, è necessario giungere al più presto alla stesura di un nuovo decreto che porti il settore del CSP al massimo sviluppo della tecnologia».

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl