Intervista a Bruno Vettore, Tree Real Estate dell'Immobiliare italiano

06/ott/2011 11.20.35 Fabrizio Pivari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Quali sono le tendenze del Mercato immobiliare in Italia ? Quali le prospettive ? Che peso si da’ alla Formazione, all’Innovazione, alla Cultura collaborativa, alle Tradizioni di un settore che impatta, come tutte le professioni, con le trasformazioni indotte dalla tecnologia e dalle metodologie ad essa applicate ? Raffaele Racioppi intervista Bruno Vettore, una di quelle poche persone attive nell’ Immobiliare italiano capaci di tenere il polso del Mercato oltre singoli interessi d’attività.

Intervista di Raffaele Racioppi, Project Manager Condivisione Immobiliare, a Bruno Vettore.

Bruno VettoreBruno Vettore è uno dei più noti e stimati manager del real estate italiano. Attualmente è vicepresidente e Amministratore Delegato di Gabetti Franchising Agency, Presidente di Grimaldi Immobiliare e Amministratore Delegato della Holding Tree Real Estate a cui fanno capo le reti franchising di Gabetti, Grimaldi e Professionecasa.

Profondo conoscitore del sistema commerciale franchising, Vettore è unanimemente apprezzato per la sua determinazione, per la passione, per la chiarezza delle sue idee e per un metodo di lavoro rigoroso e mirato all’ottenimento dei risultati, come dimostrano ampiamente i successi collezionati in oltre 25 anni di attività. Nella sua carriera ha percorso l’intera ascesa professionale all’interno di reti immobiliari, da semplice agente immobiliare a manager di importanti marchi, a imprenditore, acquisendo così una conoscenza specifica di tutti gli aspetti operativi e gestionali dei network.

Trovi allineato l’attuale scenario operativo del RE italiano in considerazione delle evoluzioni tecnologiche e metodologiche che stanno impattando e trasformando tutte le professioni ?

Ritengo che l’attività operativa delle agenzie immobiliari non abbia ancora recepito completamente tutte le potenzialità delle nuove tecnologie. Nello scenario attuale la maggior parte degli operatori adottano metodologie antiquate e poco adatte al “nuovo cliente”. Personalmente ritengo che molti passi avanti si debbano compiere al fine di affiancare alle tradizionali fasi del lavoro anche una importante componente culturale e una metodologia più consona alle esigenze del mercato attuale e futuro.

Come si posiziona Tree Re nei confronti delle richiesta di innovazione del RE italiano?

Tree Re, con i suoi network Gabetti, Grimaldi e ProfessioneCasa è molto attenta alle innovazioni, da implementare in un sistema costituito da varie componenti umane e di servizio. Un sistema che deve trovare una giusta sintesi, un perfetto equilibrio, tra la tradizione e l’innovazione, tra la stabilità ed il cambiamento. Tree Re è la ricerca di questo ideale. Tre Realtà indipendenti coese verso un obiettivo comune. Tre network Distinti ma non Distanti.

“Distinti ma non Distanti” mi piace molto, puoi approfondirci il concetto?

Questo “slogan” riassume sostanzialmente la filosofia del nostro sistema che io definisco “il network dei network”. I nostri brand hanno un posizionamento di mercato diverso e le agenzie che utilizzano i nostri marchi hanno storie, provenienze e filosofie distinte. Ma nel contempo il terreno delle collaborazione professionale e della condivisione è sempre più fertile e sta portando una crescente soddisfazione a tutte le componenenti del sistema.

Tree RE è il primo Network nazionale multirete ad abbracciare l’MLS come elemento aggregante e di business, la formazione ricoprire un ruolo fondamentale nella trasmissione e nella diffusione della cultura collaborativa. Che azioni formative prevedi di attivare?

La formazione ha un ruole centrale e fondamentale. Non tanto dal punto di vista tecnico, peraltro importante e necessaria, ma soprattutto sul piano della “evoluzione culturale”. Solo e soltanto che comprende i meccanismi della condivisione ne può trarre i benefici. Le nostre azioni formative saranno quantitativamente imponenti e qualitativamente raffinate ed incisive.

Ti piace l’idea di condivisioneimmobiliare.it il Real Estate Innovation Lab?

E’ sicuramente un’ottima idea nell’ambito di quella evoluzione culturale alla quale alludevo in precedenza. Ritengo che potrà sicuramente contribuire al cambiamento e favorire la collaborazione tra operatori allo scopo evidente di incrementare il business.

Dal 1983 al 1994 Vettore è stato agente immobiliare prima e pluriaffiliato poi. Nel 1995 ha assunto la carica di Direttore Franchising Tecnocasa, dando un forte contributo all’organizzazione e allo sviluppo della rete ed operando per la divulgazione di tematiche formative. Ha creato la Scuola di Formazione Tecnocasa, una vera e propria scuola interamente dedicata alla formazione ed all’addestramento di nuovi agenti immobiliari. Si stima che più di diecimila persone abbiano frequentato i suoi corsi .

Dal 1998 al 2002 è stato inoltre Presidente di Assofranchising, l’associazione che raccoglie le principali reti di affiliazione commerciale di tutti i settori.

Nel 2003 è diventato Direttore Generale di Pirelli Re Franchising, di cui ha curato lo start up con risultati sia quantitativi che qualitativi apprezzati da tutti gli operatori del settore, ovvero raggiungendo in un triennio l’obiettivo dei 1000 contratti di affiliazione e oltre 600 agenzie operative.

Nel 2006 diventa amministratore delegato e azionista di Grimaldi Franchising spa.

Nel 2009 assume la carica di vicepresidente e Amministratore Delegato di Gabetti Franchising Agency, curando tra le altre cose la trasformazione della rete diretta in rete in franchising, ridefinendo quindi il modello di business.

Nel 2011 assume la carica di Presidente di Grimaldi Immobiliare e diventa Amministratore Delegato di Tree Real Estate, la holding che controlla i network Gabetti, Grimaldi e Professionecasa. Il gruppo conta oltre 1.500 agenzie in franchising per un totale di circa 5000 operatori.

Il 28 aprile 2011 riceve dal Prefetto di Milano l’onerificenza di Cavaliere dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana”, conferita con decreto del 27 dicembre 2010 dal Presidente della Repubblica.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl