Cesare Verona in un incontro all’Università di Verona ha raccontato la sua azienda Aurora Penne

Cesare Verona in un incontro all'Università di Verona ha raccontato la sua azienda Aurora Penne.

Persone C. Verona, Giorgio Verona, Tiziana Cavallo, Mario Magagnino, Cesare Verona Sr.
Luoghi Italia, Giappone, Verona, Stati Uniti d'America
Organizzazioni Aurora Penne
Argomenti impresa, economia, industria, commercio

03/dic/2011 13.43.35 Daniele Bazzanella Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Verona, 3 Dicembre 2011

 

Cesare Verona in un incontro all’Università di Verona ha raccontato la sua azienda Aurora Penne

 

Cesare Verona, presidente e amministratore delegato di Aurora Penne, è stato ospite mercoledì dell’Università di Verona per raccontare la storia d’eccellenza della sua azienda e affrontare alcune tematiche del mondo della comunicazione d’impresa. L’incontro, promosso da FacoltàdiComunicare  dell’Università di Verona, si è tenuto il 30 novembre nell’aula magna del Polo Zanotto; a introdurre l’ospite  Mario Magagnino, docente di Comunicazione d’Impresa,  con la coordinazione della giornalista Tiziana Cavallo.

Nella prima parte  dell’intervento Cesare Verona ha presentato l’azienda partendo dalla sua storia che inizia nel 1919 con Cesare Verona Sr. e prosegue fino al 1943, anno in cui la fabbrica viene distrutta nei bombardamenti bellici; da qui parte la ricostruzione con Giorgio Verona e figlio che portano Aurora Penne tra i brand leader del settore in Italia per qualità e artigianalità della produzione. Non si tratta solo di penne di pregiata fattura e di design, ma di veri e propri pezzi unici come la penna decorata con 1919 diamanti, che rimanda all’anno di nascita dell’attività. E il tutto rigorosamente Made in Italy: C. Verona ci tiene a precisare che Aurora “crede nell’Italia e per questo ha scelto anche in tempi di crisi di non delocalizzare l’impresa e continuare a produrre all’interno dei confini nazionali.” I prodotti di Aurora tuttavia, che oggi svariano dagli articoli di scrittura alla pelletteria, dalla carta agli orologi, sono noti soprattutto all’estero con quote di esportazione che nei prossimi anni ambiscono ai 70 punti percentuali del fatturato totale (Stati Uniti e Giappone i mercati più proficui).

Nella seconda parte invece spazio ai temi “caldi” della comunicazione d’impresa ai quali Aurora ha sempre prestato la dovuta attenzione. Secondo Verona infatti uno dei punti di forza di questa azienda consiste nel lavorare a rete in diversi settori della comunicazione, non tanto per valorizzare il prodotto, ma il brand perché “i prodotti passano, il brand resta”. Diverse le iniziative sostenute da Aurora a questo scopo: l’associazione senza scopo di lucro Aurea Signa per il recupero del segno dell’uomo; la partecipazione a Exclusive Brands Torino, un network che raccoglie le imprese più in vista della città; l’organizzazione di eventi di ogni genere nei propri punti vendita e di visite al museo aziendale e alla fabbrica per sostenere quello che oggi prende il nome di turismo d’impresa, nuova realtà nella nostra economia. Particolare impegno è rivolto anche alla comunicazione online con un sito dedicato ancora in evoluzione e una valorizzazione crescente dell’e-commerce. Un’azienda dunque che ha saputo rinnovare il proprio look sfruttando le nuove tecnologie e assecondando le mode, creando così diversi canali di comunicazione per far parlare di sè in Italia e nel mondo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl