Crespi ricerche, intenzioni di voto: cresce il PD e Bersani, ma astenuti e indecisi primo partito

Crespi ricerche, intenzioni di voto: cresce il PD e Bersani, ma astenuti e indecisi primo partito.

Persone Pier Ferdinando Casini, Paola Severino, Anna Maria Cancellieri, Elsa Fornero, Luigi Crespi, Mario Monti, Pierluigi Bersani, Giuseppe Verdi
Organizzazioni Crespi Ricerche, Italia dei Valori, Udc, Partito Democratico, Popolo delle Libertà, Futuro e Libertà
Argomenti politica, ministeri

14/dic/2011 08.25.45 Fabrizio Pivari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Intenzioni di voto Crespi RicercheGli ultimi dati rilevati dall'istituto Crespi Ricerche mostrano che le preferenze per PD e PDL sono cresciute, ma che il primo partito italiano sono gli indecisi e gli astenuti. Le preferenze per Mario Monti sono al 56%

Intenzioni di voto: Gli ultimi dati raccolti dall'istituto Crespi Ricerche, diretto da Luigi Crespi, sulle intenzioni di voto degli italiani, mostrano che il primo partito italiano è quello dell'astensione e degli indecisi (al 21,6% e 13,8% rispettivamente). Per quanto riguarda gli schieramenti, rispetto ai rilevamenti del 6 ottobre risulta una crescita sia del PDL (+1% al 26%) che del PD (+1,6% al 27,6%), a testimonianza del fatto che sostenere il Governo Monti ha fatto bene ai grandi partiti.

Nell'area di centrodestra calano la Lega (-0,3% all'8%) e Grande Sud (-0,3% all'1,2%), mentre La Destra resta stabile all'1,5%. Nel centrosinistra si assiste ad un calo dell'Italia dei Valori (-1,5% al 6,5%), di Federazione della Sinistra (-0,3% all'1,5%), di Ecologisti, Verdi e Reti civiche (-0,3% all'1,2%), della Lista Pannella Bonino (-0,2% al 1,1%); stabili Socialisti all'1% e SEL al 6,5%. Per quanto riguarda il Terzo Polo a crescere nei rilevamenti di Crespi Ricerche è solo Futuro e Libertà (+0,6% al 4,1%), mentre calano tutti gli altri tranne il Movimento per le Autonomie, stabile allo 0,7%: API (-0,2% all'1,5%), UDC (-0,3% al 7,7%). Il Movimento 5 Stelle scende dello 0,2% attestandosi al 2,8% e gli altri schieramenti crescono dello 0,2% raggiungendo lo 0,6%.

Il Premier e il Governo: Per quanto riguarda la fiducia degli italiani nel Premier Mario Monti e nel suo Governo, la percentuale rilevata dall'istituto Crespi Ricerche è del 56% per il primo e del 60% per il secondo.
Tra i ministri spiccano le donne: Elsa Fornero (56%), Anna Maria Cancellieri (56%) e Paola Severino (50%) occupano il podio dei titolari di dicastero più apprezzati dai cittadini.

La fiducia nei leader: L'ultimo parametro preso in considerazione da Crespi Ricerche è quello della fiducia nei leader. Il più apprezzatto è Pierluigi Bersani, che scavalca Pier Ferdinando Casini con il 40% delle preferenze. Il leader dell'UDC è sceso al 38% mentre al terzo posto troviamo Nichi Vendola con il 36%.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl