Comunicato stampa

20/gen/2012 10.24.27 secondo parere Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
LA TELEMEDICINA DEL SECONDO PARERE

Recentemente, a causa della sempre più frequente esplorazione da parte dei pazienti
del WEB ,incappando in siti autoreferenziali, con consulti di secondo livello spesso
ad esito non soddisfacente (“sindrome di Babele del Web” o WEB BABEL
SYNDROME), è stato progettato, ab initio, come spin-off universitario, un centro
“DEL SECONDO PARERE” destinato alla consultazione, anche a distanza, per via
telematica o telefonica o skype, da parte di pazienti con problemi clinici non risolti,
che necessitino di un orientamento diagnostico e terapeutico, ben impostato e
possibilmente risolutore.
Il secondo parere ha anche un ambulatorio collocato non lontano dalla sede operativa
universitaria ove è possibile che i pazienti vengano visitati fisicamente dal singolo
specialista o dall’equipe di più specialisti di diversa estrazione selezionati in base alla
complessità del caso clinico da affrontare:
non di rado infatti con l’avanzare dell’età aumenta il numero delle malattie
coesistenti (cosiddette CO-MORBILITA’) e un auditing contemporaneo del
medesimo caso da parte di più specialisti anche nei migliori ospedali e più svariate
ragioni quasi irrealizzabile.
Il secondo parere si occupa invece propri di questi aspetti e dispone in loco di
strumenti avanzati a rapida diagnosi (cosiddetti strumenti “point of care”) per dare in
tempo reale una valutazione di taluni importanti parametri e di una imponente
strumentazione terapeutica, specie laser a fibra ottica ma anche di altrui strumenti
avanzatissimi di tipo riabilitativo, per offrire ai pazienti un primo trattamento che
possa preludere ad un immediata risposta da completarsi nel tempo.
Quanto al contatto a distanza sul cellulare 335 332900 , mail palmieri@unimo.it
fax 059 42243703 e telefono fisso 059 4222483 è possibile attivare un primo contatto
e completare il consulto nelle forme e nei modi che verranno concordati:
generalmente nel secondo parere il medico di famiglia o il curante viene con il
consenso del paziente tenuto informato della evoluzione del consulto e si precisa che
l’intento di questi consulti non è la rivalsa verso precedenti errori o inadeguatezza di
diagnosi o cure, o strutture quanto esclusivamente la soluzione del caso del paziente
o il massimo miglioramento delle condizioni e della qualità di vita.
Naturalmente le indicazioni emergenti dal consulto del secondo parere vengono
indirizzate a strutture pubbliche o private convenzionate o private il più contigue
possibile alla ubicazione del paziente, ma la cerchia di specialisti e luoghi selezionati
può esser allargata ed estesa anche all’estero, anche per la eventuale fornitura di
farmaci innovativi o in fase sperimentale in altro paese del mondo.
Il paziente viene seguito nel suo itinerario ed assistito anche con contatti diretti con
strutture e sanitari cui è stato indirizzato.
Gli onorari sono moderati ed il servizio è gratuito per chi è in condizioni di
indigenza.

Alessandro Di Cerbo  PhD

www.poliambulatoriosecondoparere.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl