Marketing virale: che cos’è?

Marketing virale: che cos'è?.

Persone Bing
Argomenti internet, marketing

22/gen/2012 17.36.33 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Quando si parla di marketing virale ci si riferisce a un tipo di marketing non convenzionale che sfrutta la voglia di condivisione di alcuni soggetti interessati a quel determinato contenuto e capaci di diffonderlo a migliaia di altri utenti come fosse un virus (per questo si parla anche di diffusione capillare).  

Il fenomeno trova il suo punto di partenza in un’idea originale, che incuriosisce, coinvolge e si espande grazie al passaparola. Per raccogliere alcuni celebri esempi basta collegarsi ad internet e digitare “viral marketing campagne” su un motore di ricerca. Spesso sono fenomeni che interessano il pubblico solo temporaneamente ed è facile notarlo dal picco di visite elevato in un determinato periodo (pensiamo, ad esempio, a qualche episodio divertente in una trasmissione tv). Anche le email possono essere tipici casi di marketing virale, grazie a video divertenti, giochi online, sondaggi, che in pochi attimi possono attirare milioni di “click”. 

Ulteriori innovativi aspetti del marketing per le aziende (e non solo) riguardano la social searchBing, ad esempio, ha già sperimentato inserendo i like di Facebook nelle sue SERP. Ora è possibile farlo anche con Google, grazie al famoso bottone +1. In quest’ottica molto si potrebbe dire sulle differenze tra Facebook e Google, sulle diverse opinioni  lanciate dal pubblico. Ma quando si parla di social network, di web marketing, di comunicazione e brand reputation le variabili diventano davvero tante e complesse. I cambiamenti  sono continui e ciò che valuti oggi può cambiare domani. Prima di esprimere giudizi meglio osservare a lungo!

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl