COMUNICATO STAMPA - Al via il progetto di Csr Manager Network con Istat per creare indici che misurino sostenibilità e governance nell'impresa

COMUNICATO STAMPA - Al via il progetto di Csr Manager Network con Istat per creare indici che misurino sostenibilità e governance nell'impresa.

Persone Caterina Banella, Marisa Parmigiani, Marina Migliorato, Manuela Macchi, Vodafone, Nancy Busellato, CSR Officer Autogrill, Silvio de Girolamo, Filippo Bocchi, Fulvio Rossi, Alessandra Viscovi, Luca Filippa, Matteo Pedrini, Mario Molteni, Enrico Giovannini, Caterina Torcia, CSR Manager Network, CSR Gruppo HERA
Luoghi Roma, Italia, Milano
Organizzazioni Unipol, Group Chief Internal, Managing Director Southern Europe Ftse Group, Università Cattolica, Associazione Bancaria Italiana, Enel, ISTAT
Argomenti impresa, economia

24/gen/2012 13.12.45 barbara2011 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Bilanci di sostenibilità si cambia: Al via il progetto di Csr Manager Network e Istat

per misurare le performance socio-ambientali delle imprese

Il Progetto, sviluppato insieme a ISTAT, verrà lanciato venerdi 27 gennaio a Roma al convegno del Forum CSR di ABI e in prospettiva porterà alla creazione di indicatori  statistici che includano criteri ambientali, sociali e di governance. Al centro dell’evento, a cui parteciperanno il presidente di Istat, grandi aziende e società di investimento e rating, una ricerca che per la prima volta analizza in modo comparato i bilanci delle maggiori imprese quotate

 

 

Come dimostrare che un’azienda è ambientalmente e socialmente più responsabile di un’altra e quindi calcolare il contributo al benessere di un Paese? È in primo luogo necessaria una effettiva comparabilità dei bilanci di sostenibilità e un raccordo ai macro dati elaborati dal Sistema Statistico Nazionale. Il rischio altrimenti è che questi stessi bilanci, per la troppa diversità nell'applicazione degli standard, l’eccessiva libertà interpretativa, diventino un puro esercizio autoreferenziale, mentre è il tempo di fare sul serio e iniziare a valutare realmente le imprese attraverso bilanci comparabili. E’ questa la sfida e la proposta concreta lanciata dal CSR Manager Network Italia al Forum CSR di ABI attraverso un progetto realizzato in collaborazione con ISTAT che non ha eguali a livello internazionale e che è destinato ad innescare un forte dibattito nel nostro Paese. Il Network, che riunisce i responsabili delle politiche di sostenibilità delle maggiori imprese italiane ed è promosso da Altis (Alta Scuola Impresa e Società dell’Università Cattolica di Milano) e ISVI (Istituto per i valori d’impresa.), promuove un convegno venerdi 27 gennaio per affrontare di petto queste tematiche nell’ambito del Forum CSR di Abi, di cui anche quest’anno è partner. L’obiettivo è stimolare un cambio radicale di prospettiva che porti realmente a misurare in quali termini un’azienda sia impegnata nel costruire uno sviluppo sostenibile dell’economia. Nel corso del convegno, il Network presenterà il Progetto sviluppato in collaborazione con ISTAT a partire da una ricerca che per la prima volta ha realizzato una comparazione tra bilanci delle maggiori imprese quotate.

 

L’obiettivo del Progetto è creare un ponte tra la misurazione dei fenomeni sociali e ambientali di un paese e quello che le imprese misurano e rendicontano. Il Progetto, che si concluderà nel 2012, potrà portare alla creazione di indicatori statistici a livello nazionale che tengano conto anche di criteri  ambientali, sociali e di governance. L’iniziativa si inserisce nel quadro di un processo già avviato da ISTAT di allargare la produzione statistica affiancando al PIL indicatori socio-ambientali di misurazione del benessere.

 

Il convegno prenderà il via alle 14 con il saluto del Presidente del CSR Manager Network, Caterina Torcia, e proseguirà con l’intervento del Presidente di Istat, Enrico Giovannini, sul tema “Corporate Social Responsibility: uno strumento decisivo per accrescere il benessere dell'Italia”. Verranno quindi presentati i primi risultati della Ricerca condotta dal Network “Rendicontazione oltre il dato finanziario, dalle imprese al sistema statistico nazionale: verso un’armonizzazione tra bilanci sociali delle grandi imprese e statistiche ufficiali” a cura di Mario Molteni, direttore di Altis e Matteo Pedrini, Direttore della Ricerca di Altis. A partire dalle 15 sono previsti gli interventi di Luca Filippa, Managing Director Southern Europe Ftse Group, tra le maggiori società di creazione e gestione di indici di borsa, e di Alessandra Viscovi, Direttore Generale di Etica SGR che affronteranno l’importanza della rendicontazione socio-ambientale per la valutazione delle aziende. Il convegno si concluderà con una Tavola Rotonda moderata dal CSR Manager di Terna, Fulvio Rossi, che approfondirà i benefici del benchmarking socioambientale per eccellere. Interverranno le aziende partner del Progetto con ISTAT: Filippo Bocchi, Direttore CSR Gruppo HERA; Silvio de Girolamo, Group Chief Internal, Audit & CSR Officer Autogrill; Nancy Busellato, Sustainability Project Manager Vodafone; Manuela Macchi, Head of CSR and Communication Holcim Italia; Marina Migliorato, Responsabile CSR e Relazioni con gli stakeholder Enel; Marisa Parmigiani, Responsabile Sostenibilità Gruppo Unipol.

 

 

Per informazioni e accrediti stampa

Ufficio stampa CSR MANAGER NETWORK:  Caterina Banella, caterina.banella@fastwebnet.it – 338 8768154  

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl