Caratteristiche e tratti distintivi del riscaldamento a pavimento

01/feb/2012 16.18.17 Artemio Rossi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il riscaldamento a pavimento è un impianto per il riscaldamento di ambienti aziendali e domestici sostitutivo al classico riscaldamento con termosifoni.

Con il riscaldamento a pavimento il controllo della temperatura è affidato a tubi caratterizzati da elevata resistenza termica e meccanica, posti nello spessore del pavimento, in cui passa un fluido caldo a bassa temperatura.

La temperatura dell'acqua che viaggia nei tubi è all'incirca compresa entro i 40°: costituisce un limite che può variare in funzione di un gran numero di elementi, come ad esempio la temperatura desiderata nella zona da riscaldare, le condizioni climatiche, il rivestimento impiegato per il pavimento.

Il riscaldamento degli ambienti avviene tramite irraggiamento: le tubazioni attraversate dal liquido caldo riscaldano il pavimento, che riscalda la stanza. Lo stesso impianto si può utilizzare per raffrescare le stanze della casa nel corso della stagione più calda: in questo caso, le tubazioni sono attraversate da acqua raffreddata.

Rispetto al riscaldamento classico (radiatori a parete e termosifoni), il riscaldamento a pavimento garantisce una serie di benefici. La peculiare struttura a pannelli radianti permette un efficiente riscaldamento della stanza anche laddove vi siano temperature del liquido termovettore relativamente contenute. Un impianto di riscaldamento a pavimento evita che si generino zone umide sulle pareti e a pavimento, allontanando le conseguenze negative che possono derivarne, tipo muffe, acari e batteri. Niente condensa e muffa significa pure migliore resistenza di intonaci, pavimenti e serramenti (non sussiste un possibile elemento di degrado), con ovvi vantaggi per la stanza. La condizione di comfort termico può essere ricondotta alla presenza di temperature leggermente più alte in prossimità degli arti inferiori e inferiori all'altezza della testa. L'impianto è posto all'interno della copertura dei locali. La mancata presenza di elementi visibili e unità radianti è un vantaggio di tutto rispetto presso spazi contenuti o contesti architettonici che si caratterizzano per vincoli specifici sul fronte dell'arredamento dei locali, come musei o chiese.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl