STONE ITALIANA, LUSSO "GREEN" DA SCEICCHI

Stone Italiana, lusso "green" da sceicchi L'azienda veneta, nota nel mondo per i suoi raffinati materiali per edilizia e arredo ottenuti dal recupero di quarzo, marmo, vetro, ottiene dalla Qatar Foundation una prima commessa da 4 milioni.

Persone Roberto Dalla Valle
Luoghi Italia, Olanda, Bologna, Cina, Emirati Arabi, Russia, Germania, Francia, Doha, Zimella, Villesse, provincia di Verona, provincia di Gorizia
Organizzazioni PRS INTERNATIONAL Srl, Education City, Qatar Foundation, Stone Italiana
Argomenti commercio, economia, impresa, industria

28/feb/2012 15.40.52 PRS INTERNATIONAL Srl Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Stone Italiana, lusso “green” da sceicchi

 

L’azienda veneta, nota nel mondo per i suoi raffinati materiali per edilizia e arredo ottenuti dal recupero di quarzo, marmo, vetro, ottiene dalla Qatar Foundation una prima commessa da 4 milioni. Altre 4 sono in arrivo. Fatturato 2011: 38 milioni; previsioni 2012: 42 milioni

 

Stone Italiana - una delle aziende più all’avanguardia nella produzione di quarzo e marmo ricomposto - ha ottenuto una commessa del valore di 4 milioni di euro dalla Qatar Foundation, organizzazione non-profit fondata nel 1995 dai locali sceicchi “per lo sviluppo dell’educazione, della scienza e della società”, che conta otto facoltà universitarie internazionali. La commessa riguarda la fornitura di 30.000 metri quadri di pavimento, 28 chilometri di battiscopa e 1.300 set bagno (comprendenti piano lavabo e mensole varie) per la costruzione di un campus universitario da 33.000 metri quadri e 1.200 posti letto all’interno dell’Education City di Doha, del valore di 332 milioni di dollari.

«La sfida - spiega l’amministratore delegato Roberto Dalla Valle - è stata quella di rispettare alla lettera i canoni estetici (ndr: il design del college combina elementi della tradizione araba con lo stile della grafica contemporanea) e quelli ambientalistici fissati, che prevedevano l’utilizzo di materiali a base di vetro riciclato per realizzare motivi molto complessi. Non è stato facile, ma alla fine siamo riusciti a trovare le 500 tonnellate di vetro necessarie e a soddisfare ogni richiesta». Grazie al contributo di Stone Italiana, la nuova struttura potrà ottenere la certificazione LEED Platinum - a cui, del resto, ambisce l’intera Education City, che con i suoi 12 edifici avrà un costo di 33 bilioni di dollari.

La fornitura per la Qatar Foundation è solo la prima di altre quattro analoghe che arriveranno entro i prossimi tre anni - termine entro il quale il campus sarà completato - e che potrebbero portare a Stone Italiana un fatturato totale di 20 milioni. La società veneta si è così inserita di diritto nella lista dei fornitori ufficiali della Qatar Foundation, e in quella degli espositori più attesi del “Project Qatar 2012”, il principale appuntamento fieristico dell’area per il settore edile, che si terrà a Doha nella prossima primavera. Secondo le previsioni dei vertici aziendali, il fatturato negli Emirati potrebbe raggiungere i 25 milioni nel prossimo triennio.

Grazie anche ai costanti investimenti - dal 2007 al 2009 hanno toccato quota 25 milioni, mentre per il 2012 se ne prevedono altri per un ammontare di 2 milioni -, i materiali di Stone Italiana oggi sono tra i preferiti dei più prestigiosi studi internazionali di interior design. Per le sue raffinate lastre per pavimentazioni, piani cucina e bagni l’azienda veronese utilizza materiali di recupero quali scarti di quarzo, marmo, madreperla, vetro, metallo, miscelati con resine e coloranti in composizioni sempre diverse: veri e propri pezzi unici, anche custom-made, per un risultato estetico e qualitativo di altissimo livello, che in più soddisfa perfettamente i criteri di salvaguardia ambientale. Per gli architetti, una soluzione ideale sotto ogni punto di vista.

L’attività è iniziata nel 1979, ma oggi, in un mondo che si fa via via più attento alle tematiche ecologiche e del riciclo, Stone Italiana sta conoscendo ritmi di espansione particolarmente veloci. Nel 2011 il fatturato è arrivato a 38 milioni, in aumento del 20%; nel 2012 dovrebbe superare i 40 milioni. Nei due stabilimenti di Zimella (VR) e di Villesse (GO) operano 160 dipendenti, ma si prevedono ulteriori nuove assunzioni nell’anno in corso. L’export, con 80 Paesi raggiunti, è già pari al 50% e in crescita costante. Risultati particolarmente lusinghieri provengono da Olanda (7% del fatturato), Germania (6%), Francia (5%), USA, Russia, Cina (4%); ma soprattutto dal Qatar, dove Stone Italiana realizza l’8% del suo giro di affari e, come conferma il recente incarico di Doha, conquista commesse su commesse.

 

__________________________________________
PRS INTERNATIONAL Srl
Via San Felice, 98 - 40122 Bologna (Italy)
Tel. +39 051 522440
Fax +39 051 553857
E-mail prs@prs.it
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl