Il mondo dell’auto inizia il gioco delle coppie

03/mar/2012 15.13.11 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Tempi durissimi per il mercato dell’auto europeo. Il 2011 ha lasciato sul campo una serie di numeri pesantissimi, che si possono riassumere facilmente con un dato: nell’anno passato in Europa sono state venduti 13,6 milioni di automobili in meno rispetto al 2010.

Le grandi case automobilistiche puntano sulla produzione di nuove vetture che sappiano ravvivare il clima, ma da tempo si è capito che non saranno le novità Opel o le novità Fiat dei prossimi anni ad invertire la tendenza. Lo stesso Marchionne ha detto che fino al 2014 non si aspetta una crescita della domanda di auto, quindi si devono percorrere strade alternative per poter rimanere competitivi. Quasi tutti i grandi manager ritengono che la soluzione stia nella ricerca di nuovi partner che permettano di ridurre i costi di produzione; ecco perché la francese PSA (Peugeot-Citroen) in questi giorni ha subito la corte più o meno palese sia del gruppo General Motors che della Fiat, sebbene Marchionne abbia dichiarato di non aver intavolato trattative con nessuno. Alla fine l’accordo è stato siglato a favore di General Motors che ha acquisito il 7% di PSA, dando così origine ad un’alleanza strategica che dovrebbe aiutare GM a risollevare le sorti della Opel. L’unica scontenta di questa unione è ovviamente fiat, che dopo aver fallito l’assalto ad Opel in passato ha dovuto dire addio anche alla possibile sinergia con PSA. Ma già circolano le voci di una nuova idea di Marchionne, su eventuali collaborazioni e partnership con Suzuki o Mazda. Il gioco delle coppie, insomma, è appena gli inizi!

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl