Chirurgia plastica: istruzioni per l'uso, a cura del Dott. Giorgio Londei

05/mar/2012 11.56.43 Marzia Uroni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Chirurgia plastica, istruzioni per l’uso

La questione delle protesi mammarie difettose francesi ha aperto grandi dibattiti sui giornali, le radio, la televisione ed Internet generando una grande confusione nell’opinione pubblica.

Mi sembra doveroso in qualità di medico specialista di chirurgia estetica plastica dare una risposta alle tantissime domande che mi sono state poste direttamente dalle mie pazienti ma anche indirettamente dalle donne che stanno valutando l’opportunità di realizzare un impianto di protesi mammarie.

Cercherò di fornire tutte le informazioni più importanti riguardo alle protesi mammarie, le diverse tipologie, la forma, i rivestimenti, la procedura di impianto e la loro posizione, in modo tale da consentire a chi desidera una mastoplastica additiva o una mastopessi con aumento del volume del seno di poter scegliere con consapevolezza e libertà.

Ovviamente descriverò le mie scelte e le mie metodiche operatorie, ma inserendole in un contesto informativo completo che permetta riflessioni e confronti.

Vi invito quindi alla lettura della scheda dettagliata sulle protesi mammarie impiantate a seguito di una mastoplastica additiva o mastopessi additiva che trovate all’interno del sito www.londeiclinic.it nella sezione Chirurgia Plastica.

Qui intendo invece proporvi la mia opinione su una questione più generale, una riflessione anch’essa scaturita da tutte le reazioni prodotte dal famoso “scandalo pip”.  È comprensibile che soprattutto nelle pazienti alle quali siano state impiantate questa marca di protesi mammarie si nata una certa preoccupazione, ma credo che la generale demonizzazione che ha colpito tutti gli interventi di chirurgia estetica e i chirurghi plastici che le eseguono sia assolutamente esagerata. Così come trovo scorretto applicare la qualifica di “superficiali” o “incoscienti” alle persone che intendano sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica.

Non è riprovevole decidere, dopo attenta valutazione, di sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica per correggere gli inestetismi che non ci consentono di vivere con serenità la nostra dimensione fisica ed estetica. È comprensibile, umano e giusto.

L’aspetto preoccupante della faccenda non è tanto che ci siano delle donne e degli uomini che desiderano ricorrere alla chirurgia per puri motivi estetici, quindi la spinta iniziale all’intervento, semmai il fatto che troppi di loro lo fanno senza essersi prima informati con attenzione su tutti gli aspetti dell’intervento, come  la scelta ponderata del chirurgo plastico più competente per il tipo di operazione che si desidera effettuare.

Consiglio a tutti di informarsi con cura, (ormai con Internet è facile reperire informazioni), sull’esperienza del chirurgo plastico selezionato, sia in generale, sia la sua esperienza specifica per quel tipo di intervento, la sua effettiva specializzazione in chirurgia plastica e ricostruttiva, sul numero di anni di pratica operatoria, sul grado e la frequenza dei suoi aggiornamenti. Ma anche non meno importante, sulla struttura o il centro di chirurgia estetica sul quale si appoggia e sullo staff medico operatorio.

Un bravo chirurgo plastico è colui che, oltre a saper operare con maestria, informa perfettamente i pazienti su tutti gli aspetti dell’intervento, tecniche operatorie, materiale impiegato, tipo di anestesia, rischi, complicanze e prassi post-operatoria. Un bravo chirurgo plastico spiega con cura, ma con la stessa cura ascolta il paziente e sa trasformare i suoi desideri in risultati. Accanto ad un bravo chirurgo plastico però ci deve essere un bravo paziente, cioè colui che segue perfettamente tutte le prescrizioni ricevute dal medico. Perché solo così i risultati previsti saranno i risultati ottenuti.

Per finire ricordate di essere realisti: la chirurgia plastica può fare moltissimo, ma non fa miracoli. Equilibrare le proprie aspettative con una giusta dose di realismo è un cammino da percorrere e un bravo chirurgo plastico vi accompagnerà in questo cammino senza promettervi  l’impossibile.

Tutto lo staff di Londei Clinic è qui, disponibile ed attento ad ascoltare ogni vostro dubbio, a rispondere alle vostre domande ed a soddisfare le vostre aspettative.

Dottor Giorgio Londei

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl