Trasferirsi a Milano

Nel cambiare città c'è tanto di positivo quando di negativo.

Luoghi Milano
Argomenti internet, edilizia, termini scientifici, giornalismo

13/mar/2012 19.49.10 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nel cambiare città c’è tanto di positivo quando di negativo. Però se la scelta fondamentalmente si rivelerà quella giusta, ricorderete come aspetto negativo soltanto quello dei primi giorni, quando, paracadutati nella nuova situazione, avete dovuto cercare di casa. Una grande città come Milano, per esempio, può spiazzare, per la sua immensità, in particolare per chi arriva da un piccolo paese e si sposta per lavorare o per studiare. Ma con calma, rimboccandosi le maniche, potreste trovare casa senza troppi sforzi. Partiamo dal web, uno strumento che ormai è, per le sue potenzialità nella ricerca di qualsiasi argomento, un punto di riferimento imprescindibile. Partiamo da un motore di ricerca e scriviamo le parole che ci interessano come per esempio “affitto appartamenti milano” o qualcosa di simile come “affitto case milano” (provate con diverse stringhe con sinonimi perché spesso i risultati sono differenti). In pochi secondi avremo davanti a noi, uno spaccato abbastanza fedele degli annunci disponibili sul territorio. Questo primo passo ci servirà soprattutto per farci un’idea dei prezzi medi degli appartamenti o delle stanze, in base al quartiere di riferimento, all’ampiezza dell’appartamento, alla vicinanza dei mezzi pubblici e dei servizi e in base alla presenza o meno dell’arredamento. Una volta scoperto questo sarete in grado di rifiutare le offerte troppo alte e valutare con cura le proposte degli affittuari. Se non trovate la casa giusta sul web fate un giro per il territorio valutando anche gli annunci sui portoni e sentendo le proposte delle agenzie immobiliari della zona. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl