Bando per certificazione agroalimentare in Lombardia

Allegati

26/mar/2012 15.41.28 Info Agribusiness Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

La Federazione dei dottori agronomi e dottori forestali della Lombardia

commenta nuovo bando per la certificazione agroalimentare

Soddisfazione di FODAF, la Federazione dei dottori agronomi e dottori forestali, per la recente pubblicazione da parte della Regione Lombardia del bando 2012 della misura 132 del Programma di Sviluppo Rurale, finalizzata a incentivare la partecipazione delle imprese agricole a progetti di certificazione della qualitĂ  alimentare.

“Il rifinanziamento delle misura 132 del Psr - commenta Giorgio Buizza, presidente di FODAF Lombardia - appare significativo e apprezzabile, anche alla luce delle generali restrizioni della finanza pubblica in materia di aiuti alle imprese. Grazie al nuovo provvedimento, l’agricoltore desideroso di migliorare il posizionamento di mercato dei propri prodotti mediante processi di certificazione della qualità potrà chiedere un contributo per sostenere i costi dei controlli effettuati dall'Ente certificatore”.

Tra le produzioni per le quali è possibile richiedere il sostegno della Regione rientrano i prodotti protetti da marchi comunitari, quali DOP, IGP, DOC, DOCG e IGT, oltre che le produzioni biologiche. La data ultima per aderire al bando sarà il prossimo 30 settembre. Il contributo massimo previsto per azienda è di euro 3.000.

“L’auspicio è che un numero elevato di imprese possa cogliere questa opportunità - afferma Buizza - per valorizzare al meglio l’alta qualità delle produzioni tradizionali lombarde. Accanto a interventi di questo tipo è altresì necessario che s’intensifichi l’azione dell’Unione Europea in difesa delle nostre tipicità alimentari, ancora fortemente danneggiate dalle contraffazioni diffuse in tutto il mondo. Il recente regolamento comunitario 1169/2011 sull’etichettatura dei prodotti rappresenta sicuramente un punto fermo sulla strada della lotta alle frodi in campo agroalimentare, ma resta ancora un lungo cammino da percorrere perché si possa giungere ai livelli di tutela di cui il Made in Italy avrebbe bisogno”.

SERVIZIO STAMPA FODAF LOMBARDIA: Luigi Pisoni, mob. 335-7314113

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl