Con "La Spesa che fa bene", Iperal e i suoi clienti regalano a Cancro Primo Aiuto 166 mila euro

06/apr/2012 15.53.12 Antares Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L'associazione Cancro Primo Aiuto ha ricevuto dal Gruppo Iperal un assegno di 166.490 euro. E' il frutto dell’iniziativa, giunta alla quarta edizione, «La spesa che fa bene», indetta e sostenuta dal Gruppo Iperal con il catalogo Carta Amica 2011. Sono stati quasi 17mila, uno ogni quattro, i clienti che hanno deciso di donare tutti o parte dei punti raccolti a favore di quattro associazioni non profit: ogni donazione di 500 punti si è trasformata in un contributo in denaro di 10 euro, 5 messi, appunto, dal cliente e 5 da Iperal. Globalmente sono stati raccolti ben 290mila euro e il maggiore beneficiario è stato, appunto, Cancro Primo Aiuto.

“Una cifra così importante è una luce che aiuta a illuminare in maniera determinante il nostro lavoro - ha dichiarato Plinio Vanini, vicepresidente di Cancro Primo Aiuto, che ha ricevuto l'assegno in una cerimonia svoltasi oggi presso il centro commerciale Iper di Piantedo (So) - E diventa stimolo per continuare a incrementare un impegno concreto sul territorio: nel nostro caso vuol dire 15.000 pazienti assistiti e 30.000 interventi domiciliari in quasi tutta Lombardia. Il prossimo impegno è l'acquisto di un nuovo pullmino per il trasporto gratuito dei malati dall'Alta Valtellina al reparto di Radioterapia dell’Ospedale di Sondrio. L’iniziativa del Gruppo Iperal è la prova concreta di come sia possibile rendere le imprese vere protagoniste della vita delle comunità nelle quali sono inserite”.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl