IBM: si rafforza la strategia PowerLinux

IBM: si rafforza la strategia PowerLinux.

Persone Sara Magri, Alessandra Apicella, Suse Linux Enterprise Server, Data Analytics, Suse
Organizzazioni IBM Italia, ISV, Power Systems, Infrastructure Services IBM PowerLinux, IBM, Original Equipment Manufacturer, Piazza Affari, Red Hat Inc.
Argomenti economia, impresa, commercio, industria

26/apr/2012 11.49.54 Ketchum Pleon Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


 COMUNICATO STAMPA


IBM: si rafforza la strategia PowerLinux  



Soluzioni mirate ai Big Data, alle applicazioni di settore e ai servizi infrastrutturali open source



Milano, 26  aprile 2012 - IBM presenta nuove offerte Power Systems e PureFlex System per aiutare le imprese a sfruttare i vantaggi di Linux e della virtualizzazione per i carichi di lavoro critici. Le soluzioni IBM PowerLinux offrono una profonda integrazione del nuovo hardware basato su processore POWER7 con il software Linux standard di settore di Red Hat e SUSE ideale per gestire i Big Data e le applicazioni di settore e per fornire servizi infrastrutturali open source.

A un prezzo competitivo per il mercato delle medie imprese, le soluzioni PowerLinux sono progettate per offrire alle imprese tempi di implementazione, prestazioni, affidabilità e densità di carico di lavoro superiori rispetto alle piattaforme x86 concorrenti.

Basando le nuove soluzioni su Power Systems specifici per Linux, di costo più contenuto, e PowerVM per la tecnologia di virtualizzazione Linux, IBM può fornire maggiore valore ai clienti a un costo inferiore rispetto ai concorrenti sul mercato Linux x86. Inoltre, la sostituzione di  server Windows obsoleti basati su x86 con i sistemi PowerLinux e le applicazioni open source può ridurre ulteriormente i costi, eliminando gli elevati canoni di licenza dei software proprietari e i corrispettivi per gli upgrade. Questa nuova strategia consente a IBM di soddisfare le esigenze applicative dei clienti Linux con più efficacia, così come avviene per le imprese che utilizzano i sistemi operativi “AIX” e “IBM i”.


IBM offre le nuove soluzioni integrate e ottimizzate per il carico di lavoro, insieme ai propri partner ISV e OEM, partendo dai seguenti tre carichi di lavoro specifici.


·        
IBM PowerLinux Big Data Analytics

Le aziende stanno cambiando il modo di pensare alla gestione dei Big Data. Per affrontare questa sfida, molte adottano infrastrutture IT basate su Linux, progettate per gestire abilmente dati sia strutturati che non strutturati, rendendo più facile l’acquisizione, la gestione e l’analisi delle informazioni per decisioni aziendali più informate.

Le funzionalità di elaborazione parallela, ad elevato threading, di PowerLinux forniscono prestazioni di calcolo e I/O ottimali per progetti di analisi dei Big Data, utilizzando Apache Hadoop, un framework software che consente l’elaborazione distribuita di grandi insiemi di dati tra cluster di computer. Fixstars, partner OEM di IBM, prevede di fornire un’appliance Hadoop per i Big Data, basata su PowerLinux per il mercato delle piccole e medie imprese nel 2012.

PowerLinux aiuta inoltre le imprese ad acquisire nuovi elementi di conoscenza dai Big Data, con soluzioni IBM che incorporano Hadoop, quali il software IBM InfoSphereBigInsights, che consente l’analisi dei dati a riposo (data-at-rest). InfoSphereBigInsights, che gira su PowerLinux a una velocità del 37% superiore rispetto ai migliori benchmark pubblicati per Hadoop x86, per ordinare 1 terabyte di dati (1), sarà disponibile dal 15 giugno. Il software IBM InfoSphere Streams per PowerLinux, che analizza i dati in movimento, è disponibile da subito.

La profonda integrazione e ottimizzazione delle prestazioni dei carichi di lavoro di Business Analytics su PowerLinux consente alle imprese di gestire migliaia di attività in parallelo, per fornire servizi  più rapidamente, ad esempio l’analisi dei dati storici delle carte di credito per migliorare la rilevazione delle frodi in tempo reale o l’esame dei social media in tempo reale per comprendere meglio le opinioni dei clienti rispetto a un marchio e intervenire immediatamente.


·        
IBM PowerLinux Industry Application

Sempre più aziende si affidano a Linux per applicazioni di business progettate per esigenze specifiche del loro settore. PowerLinux fornisce uno stack di soluzioni  sicuro, resiliente e pienamente integrato per applicazioni di settore, che si installano in modo semplice per velocizzare i tempi di erogazione di nuovi servizi differenzianti, con minori tempi di inattività.

Con offerte come IBM PowerLinux Solution Edition for SAP Applications, le aziende IT di medie dimensioni possono fornire questi servizi a un costo per carico di lavoro inferiore, con una qualità più elevata rispetto ai server x86 con Windows o Linux. Le soluzioni preintegrate, testate e validate sono già o saranno presto disponibili per PowerLinux con più di 1.500 applicazioni ISV e OEM in svariati settori, tra cui servizi finanziari, Retail e Pubblica amministrazione.


·        
IBM PowerLinux Open Source Infrastructure Services

IBM PowerLinux, con l’aggiunta della nuova tecnologia di virtualizzazione PowerVM per PowerLinux , offre un controllo efficace in termini di costi sulla diffusione di server e immagini virtuali.  Con un minor numero di server da gestire, le imprese possono fornire servizi come web, e-mail e collaborazione in modo più efficace in termini di costi, utilizzando PowerLinux come base per la fornitura flessibile di cloud basato su open source.

Pienamente integrato, PowerLinux offre una virtualizzazione più sicura e scalabile dei servizi di infrastruttura aziendale, rispetto a VMware su x86, con un risparmio fino al 33% sul costo totale di acquisizione. (2)


Costruite su nuovi sistemi Linux-only


Le nuove soluzioni IBM PowerLinux sono accessibili in termini di prezzo per le imprese di tutte le dimensioni, con l'introduzione di due nuovi sistemi specifici per Linux:


·        
IBM PowerLinux 7R2 System �“ Server a due socket, ad alte prestazioni ed efficiente dal punto di vista energetico, che supporta 16 core del microprocessore POWER7 e una scelta di sistemi operativi Linux standard del settore, Red Hat Enterprise Linux o SUSE Linux Enterprise Server. Scalabile ed efficiente con hypervisor PowerVM per PowerLinux incorporato, PowerLinux 7R2 System è in grado di gestire diversi carichi di lavoro Linux standard di settore, virtualizzati  con PowerVM, offrendo un costo delle soluzioni per l’infrastruttura virtualizzata del 33 per cento inferiori e costi di alimentazione e raffreddamento fino al 17 per cento inferiori rispetto ai server rack x86 concorrenti.(3)

·        
IBM Flex System PowerLinux Compute Node �“ Nodo di calcolo a due socket specifico per Linux, per IBM PureFlex System, annunciato di recente, che contiene 12 o 16 core microprocessore POWER7, la possibilità di scegliere tra sistemi operativi Red Hat Enterprise Linux o SUSE Linux Enterprise Server, e hypervisor PowerVM per PowerLinux incorporato.

Dal 2000 IBM ha investito un miliardo di dollari sulla piattaforma Linux  che svolge un ruolo strategico per il portafoglio di sistemi IBM.
IBM è tradizionalmente una delle società che contribuisce maggiormente al codice Linux, con più di 6000 tecnici coinvolti in più di 600 progetti open source. Costruite su software Linux standard di settore, open source e IBM, le soluzioni IBM PowerLinux sono progettate per aiutare i clienti a prendere decisioni di business migliori e a operare con più efficienza.  

Per maggiori informazioni su IBM PowerLinux, visitare il sito
www.ibm.com/power/powerlinux.


IBM Italia
Alessandra Apicella
Tel 02.5962.5460
ale_apicella@it.ibm.com 
Pleon
Sara Magri
Tel 02.62411992
sara.magri@pleon.com


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl