Elezioni politiche: il contributo delle cooperative

24/mar/2006 08.18.55 Legacoop Forlì-Cesena Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


Comunicato stampa AGCI - CONFCOOPERATIVE - LEGACOOP
Forlì-Cesena


Elezioni del 9 e 10 aprile:
il contributo e le sollecitazioni delle cooperative 
ai candidati e alle forze politiche

(Forlì-Cesena, 24 marzo 2006) - In un momento di stagnazione conclamata, il movimento cooperativo è uno dei pochi settori dell'economia italiana che ha continuato a crescere.
Il nostro mondo contribuisce, con aziende di eccellenza, alla costituzione del 6% del PIL nazionale e occupa il 12% dei lavoratori in Italia. Nella sola provincia di Forlì-Cesena contiamo oltre 151.000 soci aderenti a cooperative, con 24.328 lavoratori dipendenti che esprimono un’elevatissima percentuale del valore aggiunto dell’economia locale. 

Ma la crisi colpisce duro, e nessuno lo nasconde. Con l'avvicinarsi del voto del 9 aprile, di fronte a una situazione sempre più preoccupante per le famiglie e per le imprese, assistiamo con stupore a una campagna elettorale che si è allontanata progressivamente dai temi veri per il rilancio del Paese.
Per questo motivo riteniamo utile ricordare, a tutte le forze politiche, e in particolar modo ai candidati che fanno riferimento a questo territorio, le priorità che riteniamo fondamentali per il prossimo Governo:

- mantenere un quadro legislativo e fiscale stabile per le imprese cooperative, uscite da pochi mesi da un lungo e faticoso processo di riforma del diritto societario che le ha portate ad essere tassate maggiormente rispetto alle altre realtà imprenditoriali;

- promuovere la cooperazione come modello d’impresa che crea integrazione lavorativa e sociale, investe e crea sviluppo nel territorio in cui opera;

- promuovere l'innovazione, la ricerca e l'internazionalizzazione (che non significa delocalizzazione) con opportune politiche di sviluppo e di sostegno alle imprese che adottano sistemi di crescita in materia;

- affrontare con rapidità il tema delle infrastrutture, sempre più insufficienti per le esigenze quotidiane delle imprese;

- garantire le imprese che promuovono la sicurezza sul lavoro, la tutela ambientale, l’etica gestionale e la qualità dalla concorrenza sleale, anche nel settore degli appalti pubblici;

- promuovere politiche di valorizzazione costante del nostro territorio e del nostro sistema Paese, letto non come mero contenitore di attività ma come elemento vitale che nella sommatoria delle sue esperienze di eccellenza diviene “distintività” spendibile in termini di competitività sui diversi mercati;

- promuovere e adottare sistemi reali di controllo e di comunicazione adeguata e trasversale per sviluppare le produzioni locali (soprattutto agro-alimentari) difendendole nella nostra provincia da produzioni non rispondenti ai medesimi requisiti;

- assicurare maggiori certezze per i giovani lavoratori e per le imprese avviate da giovani, attraverso il rifinanziamento degli strumenti esistenti e la creazione di nuovi contributi mirati.

Soprattutto, riteniamo che la vera strategia per superare la crisi passi attraverso il rapporto costante fra tutti gli attori socio-economici e politico-istituzionali che animano il Paese.
È dalla concertazione, a livello trasversale, che si sono sviluppati i nostri territori, non dall'autoreferenzialità. Questo è tanto più vero per chi, come noi, ha raggiunto un'autonomia dalla politica che è ormai sancita a livello statutario.

Il mondo cooperativo, per storia e per cultura, è una realtà fatta di uomini e di donne che nel tempo hanno realizzato un “progetto”, un’idea nuova e diversa di fare impresa che all’oggi si traduce in un modello gestionale di per sé innovativo e replicabile in ogni situazione e territorio.  Il nostro obiettivo è costruire, migliorare e promuovere costantemente ciò che di eccellente sappiamo esprimere. Un approccio costruttivo da cui nascono e continuano ad essere attuali i valori che la cooperazione esprime. 

AGCI - Valter Rusticali     Confcooperative - Amedeo Scozzoli    Legacoop - Mauro Pasolini

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl