Afte: cosa sono e come curarle con i suggerimenti degli odontoiatri della Vitaldent di Genova

14/mag/2012 12.59.22 mary360 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’ulcera o stomatite aftosa, comunemente chiamata afta, è un’ulcera mucosa caratterizzata da una lesione dell'epitelio e dalla lamina e, come spiegano gli odontoiatri della Clinica Vitaldent di Genova, possono esistere ben quattro tipi differenti di ulcere.

La prima è la malattia ulcerativa più diffusa del cavo orale, ovvero la stomatite aftosa. L’odontoiatra della Vitaldent di Genova puntualizza che colpisce ben oltre il 20% della popolazione e addirittura dai 5 anni d’età, causando recidive che si verificano con sempre più frequenza con il passare degli anni e possono manifestarsi anche per tutta la vita. La più diffusa in assoluto, invece, è l’afta minore: colpisce sia gli adulti che i bambini e può presentarsi in vari punti della bocca, come labbra, mucosa vestibolare, gengive, lingua e pavimento orale. Gli odontoiatri della Clinica Vitaldent di Genova specificano che solitamente si manifesta con una o poche ulcere di lieve entità e poco dolorose ma che può trasformarsi in un’afta maggiore, arrivando a superare il diametro di 5-6 millimetri fino all’estensione di oltre un centimetro. In termini odontoiatrici viene definita periadenite mucosa necrotica ricorrente e comporta dolori e difficoltà ad alimentarsi. L’ultimo tipo è l’afta erpetiforme, una forma abbastanza rara che colpisce soprattutto le donne. Si manifesta con la comparsa simultanea di numerose piccole ulcere molto dolorose che si sviluppano su tutto il cavo orale, fondendosi molto spesso tra di loro.

L’odontoiatra della Vitaldent di Genova spiega che le afte generalmente possono essere causate da batteri o virus; da alcune malattie, come per esempio diabete, immunodeficienza o patologie dell’intestino e degli occhi; da trattamenti prolungati con antibiotici; da fattori alimentari, come l’assunzione di sostanze irritanti (spezie) o di cibi e bevande bollenti, oppure da carenze vitaminiche; da fattori ortodontici, come protesi dentarie mal adattate o con bordi taglienti, e infine da fattori emotivi, come stress e stati d’ansia.

Purtroppo, dicono gli odontoiatri della Vitaldent di Genova, non essendo note le cause specifiche della loro comparsa, non ci sono terapie mirate per poterle eliminare. Si può ricorrere ad alcuni prodotti farmaceutici specifici, anche se generalmente la guarigione di queste ulcere è spontanea. Ma per alleviare il fastidio e accelerare la cicatrizzazione, gli odontoiatri della Vitaldent di Genova consigliano di effettuare applicazioni di lidocaina in soluzione o pomata; utilizzare uno spray locale a base di cortisone o di soluzioni a base di sucralfato oppure di ricorrere a un rimedio naturale, ovvero l’applicazione di una bustina bagnata di tè che, grazie all’azione dell’acido tannico, velocizza la guarigione. In ogni caso non è da escludere una visita da un patologo orale.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl