CREDITI CON LA SANITA', NOVE ANNI DI ATTESA. Di Marco de' Francesco

25/mag/2012 22.24.25 IP Report Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

PADOVA – Compensazione tra crediti e debiti con la pubblica amministrazione, l'impossibilità di certificare i crediti con la Sanità commissariata di Lazio, Campania, Abruzzo, e Calabria e con quella sotto il piano di rientro dai debiti di Puglia, Sicilia e Piemonte preoccupa solo in parte gli operatori del Nord-est con attività su scala nazionale. «La compensazione – afferma Dino Paladin, socio fondatore di AB analitica Srl di Padova – è senz'altro un passo in avanti, ma conviene mantenere un atteggiamento di grande cautela, e attendere di capire come si realizzerà in concreto la certificazione dei crediti promessa dal decreto Monti. Quanto alla Sanità commissariata o a quella sotto il piano di rientro, non ne farei un dramma. Da qualche parte si doveva pure cominciare; ciò che importa, in questa fase, è che il meccanismo funzioni nelle altre Regioni. Poi si vedrà».

CONTINUA

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl