Il rapporto Allot MobileTrends Charging mostra che il 33% degli operatori fornisce servizi cloud per la telefonia mobile

19/giu/2012 15.25.53 Pr NewsWire Aziende Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il rapporto Allot MobileTrends Charging mostra che il 33% degli operatori fornisce servizi cloud per la telefonia mobile

HOD HASHARON, Israele, June 19, 2012/PRNewswire/ --

In aumento content partnership e revenue sharing



Allot Communications Ltd [http://www.allot.com ]. (NASDAQ: ALLT
[http://www.irconnect.com/allt/pages/stock-quote.html ]), fornitore leader di soluzioni per
l'ottimizzazione dei servizi e la di generazione di utili per gli operatori di rete fissa
e mobile a banda larga di tutto il mondo, ha annunciato oggi che il rapporto Allot
MobileTrends Charging
[http://www.allot.com/MobileTrendsChargingReportQ2_2012.html?campid=701D0000000lNnv ] del
secondo trimestre 2012 mostra che il 33% degli operatori incentiva i modelli di revenue
sharing e i partenariati con fornitori di contenuti cloud-based quali Spotify per offrire
servizi cloud per la telefonia mobile. Il secondo rapporto semestrale Allot MobileTrends
Charging si basa su dati di pubblico dominio relativi ad oltre 100 operatori di telefonia
mobile di tutto il mondo, raccolti durante il secondo trimestre 2012.



Rapporto Allot MobileTrends Charging del secondo trimestre 2012 - Risultati chiave:




- Il 46% degli operatori offre piani value-based, con servizi quali il
parental control o streaming musicale
- Gli operatori LTE hanno adottato prezzi value-based come gli operatori 3G
- Gli operatori cloud sono in crescita con un'offerta del 33% di servizi
cloud-based mediante partner quali Rhapsody, Spotify e Deezer
- Il 32% degli operatori fa pagare l'accesso WiFi (offload). La sfida per gli
operatori è quella di inglobare il traffico offload nell'architettura generale di
controllo delle Policy
- Il numero degli operatori che fanno pagare per il tethering è quasi
raddoppiato negli ultimi nove mesi, passando dal 15% al 29%, segnando un incremento
degli sforzi compiuti dagli operatori per monitorare rigorosamente e monetizzare
l'interminabile impennata nel consumo di dati




Dal precedente rapporto Allot MobileTrends Charging (terzo trimestre, 2011),
l'introduzione di piani intelligenti per servizi value-based nelle reti di telefonia
mobile si è ulteriormente diffusa. I piani basati sulle applicazioni, i piani per più
dispositivi, quelli a fasce orarie o di parental control sono sempre più comuni. Gli
operatori stanno inoltre iniziando a recuperare le loro perdite sui metodi d'uso
precedentemente impossibili da fatturare. Il 32% degli operatori adesso offre l'accesso
WiFi a pagamento. La sfida per gli operatori è quella di inglobare il traffico offload
nel loro sistema esistente per il controllo delle Policy e della tariffazione.



Confrontando le tariffe 3G e LTE, notiamo che la percentuale di operatori che offre
piani value-based è identica in entrambe le reti 3G e LTE. Nonostante la maggiore
capacità disponibile sulle reti LTE, sembra che gli operatori stiano attenti a non
imbattersi nei problemi di congestione e diminuzione ARPU che attualmente attanagliano gli
ambienti 3G. Stanno invece capitalizzando, fin dall'inizio, sull'applicazione di una
policy value-based nelle proprie reti LTE.



"LTE sta ampliando la portata dell'innovazione dei prezzi value-based rispetto al 3G,"
ha dichiarato Monica Paolini, PhD, fondatrice e presidente di Senza Fili Consulting, " Con
il passare del tempo, avremo persino una maggiore scelta di prezzi per gli abbonati LTE,
dal momento che questi si aspettano sempre di più che il loro piano per la banda larga
rispecchi le loro preferenze riguardo a contenuto, uso e servizi che ritengono preziosi e
dia loro la flessibilità per effettuare quelle scelte che sono più congeniali per loro".



"Lavorando con alcuni dei più grandi operatori al mondo, abbiamo riscontrato in tutti
i paesi la necessità di innovare i prezzi" ha dichiarato Andrei Elefant, Vice presidente
Marketing di Allot. "Attualmente stiamo aiutando i nostri clienti a far evolvere la
tariffazione dei dati, concentrandoci per dare ai consumatori una scelta più ampia e agli
operatori una straordinaria differenziazione dei servizi ".



La versione integrale del rapporto Allot MobileTrends Charging del secondo trimestre
2012 (completo di grafici) è reperibile su:



http://www.allot.com/MobileTrendsChargingReportQ2_2012.html?campid=701D0000000lNnv



Informazioni su Allot Communications



Allot Communications Ltd. (NASDAQ: ALLT) è un fornitore leader di soluzioni
intelligenti per ottimizzare e monetizzare in maniera straordinaria il traffico delle reti
fissa e mobile a banda larga e per le grandi imprese di tutto il mondo. Le soluzioni
scalabili e carrier-grade di Allot sfruttano la tecnologia (DART) dynamic actionable
recognition technology
[http://www.allot.com/Dynamic_Actionable_Recognition_Technology.html ] per fornire analisi
statistiche del traffico, applicazione della policy e ottimizzazione video. Allot rende
possibili i servizi value-based e i modelli di tariffazione che sono fondamentali per gli
operatori di rete per dare agli utenti un'esperienza sempre maggiore, contenere i costi e
massimizzare i ricavi dall'uso della rete. Per ulteriori informazioni, visitare
http://www.allot.com.



Dichiarazione ai sensi dell'Accordo Safe Harbor



-Le informazioni contenute in questo comunicato stampa potrebbero contenere
valutazioni riguardanti le aspettative, le stime, le previsioni e le proiezioni correnti
relative ad eventi futuri che sono "ipotesi su avvenimenti futuri" come definite nel
Private Securities Litigation Reform Act (Legge statunitense di riforma delle controversie
private in merito a titoli) del 1995. Queste ipotesi su avvenimenti futuri generalmente si
basano su piani, obiettivi e aspettative aziendali futuri. Queste valutazioni sugli
avvenimenti futuri sono basate sulle previsioni attuali manageriali e le proiezioni dei
risultati o tendenze futuri. I risultati futuri effettivi potrebbero variare
sostanzialmente rispetto a quelli proiettati a causa di determinati rischi e incertezze.
Questi fattori includono, ma non si limitano a: cambiamenti nelle condizioni economiche e
commerciali generali e, in particolare, una riduzione nella richiesta dei prodotti
dell'azienda; l'incapacità da parte dell'azienda di sviluppare e introdurre nuove
tecnologie, prodotti e applicazioni; perdita di mercato; e altri fattori discussi nella
sezione "Fattori di rischio" nel report annuale dell'azienda nel Form 20-F depositato
presso la Securities and Exchange Commission. Queste valutazioni su avvenimenti futuri
sono fatte esclusivamente in riferimento alla data odierna e l'azienda non si assume
nessun obbligo di aggiornare o rivedere le valutazioni future, in base a nuove
informazioni, eventi futuri o altro.




Contatti Allot Communications:
Jonathon Gordon
Director of Marketing
Allot Communications
Tel: +972-9-7628423
jgordon@allot.com

PR Contact
Justine Schneider
Calysto Communications
Tel: +1-404-266-2060 x507
jschneider@calysto.com





Source: Allot Communications Ltd.




-------
Profile: My Profile 1
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl