UN NUOVO STRUMENTO PER IL WELFARE: I VOUCHER SOCIALI “GLUTEN FREE”.

28/giu/2012 17.57.17 Welfare Company - Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Welfare Company, prima e unica Società a capitale interamente italiano specializzata nella gestione di programmi di Welfare Sociale, amplia la sua offerta e diventa anche il primo Operatore Gestionale in grado di allestire Reti caratterizzate dalla presenza di Esercizi presso i quali i Beneficiari degli interventi di assistenza sociale, in possesso di appositi Voucher, potranno consumare e/o acquistare prodotti idonei anche all’alimentazione dei soggetti celiaci.

Tra le finalità fondamentali degli interventi di Welfare vi è quella di favorire una maggiore inclusione sociale dei soggetti fragili (ad es.: minori, disabili, anziani soli): Welfare Company, grazie all’allestimento di servizi di Mensa Sociale Diffusa, consente ai Beneficiari dei programmi di assistenza di fruire della medesima offerta di servizi di ristorazione alla quale chiunque può accedere, con evidenti vantaggi sul piano della socializzazione e dell’eliminazione del rischio di stigma.

Sinora, peraltro, una quota dei Beneficiari dei programmi di assistenza voucherizzata era esclusa dalla possibilità di avvalersi di queste formule di Welfare: i soggetti celiaci (che, come noto, devono poter seguire un regime alimentare specifico gluten free), pur presi in carico dai Servizi Sociali, sinora non potevano liberamente accedere al network dei Pubblici Esercizi presso i quali fruire dei servizi di ristorazione. Questa lacuna è stata colmata grazie ad un’importante partnership con A.I.C. (Associazione Italiana Celiachia) grazie alla quale gli Esercizi Pubblici censiti e verificati dall’Associazione potranno essere inclusi nelle Reti affiliate al network di Welfare Company presso i quali potranno essere utilizzati gli speciali Voucher destinati ai servizi di Mensa Sociale Diffusa.

La Rete Welfare Company consente ai Beneficiari dei Voucher di fruire della somministrazione di pasti completi con menu a prezzo prefissato senza la necessità di recarsi presso mense od altre strutture destinate unicamente ai soggetti in condizioni di disagio, con ciò ampliando ulteriormente il programma di inclusione sociale che potrà così sfruttare appieno la maggiore libertà di scelta consentita dall’utilizzazione dei Voucher Sociali liberando l’accesso ad una più varia offerta alimentare.

Anche questa tipologia di Voucher, a differenza della soluzione rappresentata dalla dazione diretta in denaro dei contributi di sostegno distribuiti ai Beneficiari dei programmi di assistenza, consente un preciso monitoraggio ed una completa tracciabilità delle risorse destinate al Welfare eliminando usi impropri dei contributi economici: uno strumento, il Voucher Sociale, certamente allineato agli obiettivi di finalizzazione certificata e di contenimento della spesa pubblica che, non a caso, è sempre più spesso prescelto dalle Pubbliche Amministrazioni per la realizzazione di molti interventi di Welfare.

Come sottolineato da Giovanni Scansani, Amministratore Delegato di Welfare Company, con l’avvio di questo innovativo accordo “l’azienda prosegue nella sua strategia di ampliamento della propria offerta, incentrata anche sulle sinergie attivabili con le principali realtà che operano direttamente nel sociale o che possono apportare competenze e valore aggiunto al settore grazie alla condivisione ed allo scambio di saperi e competenze, a tutto vantaggio delle Pubbliche Amministrazioni e dei Beneficiari dei programmi di Welfare. L’accordo con A.I.C. s’inquadra perfettamente in questo contesto”.

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl