Sonno. Dormire il giusto aiuta a dimagrire

23/lug/2012 17.01.59 Bmproduzioni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A causa di motivi di lavoro o di studio, molte persone adattano il proprio corpo ad orari innaturali che a lungo andare interferiscono con il metabolismo. L’eccesso di ore vi deglia rispetto a quelle di sonno causa spesso una mancanza cronica di sonno. A prescindere dal fatto che ognuno ha diverse esigenze in termini di ore di sonno, la  connessione tra il sonno ed il metabolismo è acclarata e forzare l’organismo a rimanere sveglio per più ore di quelle che è in grado di sopportare, causa notevoli problemi di salute e di dieta. La mancanza di sonno infatti scatena la produzione di segnali chimici che innescano l’appetito e spingono a consumare cibi particolarmente ricchi di grassi e di zuccheri.

Il sonno è un elemento importante nelle diete per dimagrire. Riposare per un giusto numero di ore consente da un lato di bruciare più energie e di ridurre gli effetti della fame nel corso della giornata. Dall’altro, per contro, il poco sonno rende più faticosa l’attività fisica quotidiana, e quindi si bruciano meno calorie..

Questi rilievi arrivano dagli atti del convegno annuale della SSIB (Society for the Study of Ingestive Behavior) e conferma quanto lasciato ipotizzare da alcuni studi condotti negli ultimi anni: non dormire abbastanza aumenta il rischio di ingrassare e di ammalarsi di diabete di tipo 2.

La ricerca di cui si è parlato durante il convegno, frutto di una collaborazione tra le Università di Tubinga, Lubecca (Germania) e Uppsala (Svezia), ha previsto di monitorare l’attività fisica, il senso di fame e il consumo di energia di individui sottoposti a una breve privazione del sonno. E’ stato, così, scoperto che tante più ore di sonno si perdono, tanto più aumenta la fame. Questo aumento dell’appetito corrisponde all’innalzamento dei livelli dell’ormone che lo controlla, la grelina. Di conseguenza, dormire di meno porta a consumare più calorie e, quindi, aumenta il rischio di ingrassare.

Non è tutto, però: la è la qualità del sonno a fare la differenza. Avere a disposizione materassi a molle o materassi in lattice di fattura superiore aiuta a dormire più a lungo. Per ogni ora di sonno in meno rispetto alle esigenze del proprio organismo, aumentano del 33% le probabilità che l’indice di massa corporea IMC (un indicatore della quantità di tessuti adiposi presenti) sia più elevato. I risultati di questa ricerca sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista scientifica Current Biology.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl