SILO² e COMPATTA di ICAM, la soluzione veloce e sicura per lo stoccaggio dei sensori Wema

31/lug/2012 16.55.45 RINALDI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’esigenza di ottimizzare l’utilizzo delle aree di magazzino e delle condizioni di custodia dei prodotti stoccati assicurandone la tracciabilità ha portato l’azienda norvegese Wema all’acquisto di i due magazzini ICAM: COMPATTA e SILO².

La Wema System AS con sede a Blomsterdalen in Norvegia, è stata fondata nel 1986 e ha subito nel corso del tempo una crescita determinante che l’ha portata a diventare il più grande provider europeo di sensori, tra i più affidabili sul mercato.

La maggior parte dei primi dispositivi realizzati sono ancora operativi. Nel 2010 la produzione ha superato il milione di unità e oggi l’azienda continua il suo progetto di espansione nei settori: automotive, marino, agricolo, edile per i quali Wema produce sensori di rilevamento temperatura e livello liquidi. L’ambito di produzione include inoltre, sensori di qualità, rilevamento sagoma e fumo. 

Come fornitore di molte industrie con rigorosi requisiti di qualità, Wema soddisfa ogni standard di rilevanza internazionale, ricercando il miglioramento continuo, qualità, affidabilità e personalizzazione. I prodotti offerti, sono soluzioni sviluppate ad hoc per le specifiche applicazioni del cliente e le attività annesse alla loro produzione e distribuzione pongono requisiti particolari all’intera catena logistica. Si tratta di prodotti che necessitano di particolare attenzione alle condizioni di stoccaggio, hanno vita breve e prezzi che variano rapidamente. Un mercato complesso caratterizzato da frequenti innovazioni e una forte competizione sul “time to market”.

Contraddistinta da spirito innovativo e attenta  alla qualità del prodotto e del servizio, Wema  considera importantissimi gli aspetti legati alla logistica. Migliorare l’organizzazione in quest’ambito è fondamentale per ridurre i tempi di consegna, risparmiare sui costi complessivi di gestione e trasporto della merce e azzerare gli errori di picking.

Queste le ragioni che hanno spinto l’azienda norvegese, all’acquisto di un magazzino a basi mobili COMPATTA e un magazzino a vassoi traslanti SILO², entrambi di produzione ICAM.

La soluzione

Le basi mobili COMPATTA di ICAM attrezzabili con scaffalature  di diverso tipo e portata per lo stoccaggio di materiali aventi peso e dimensione di ogni tipo, rappresentano la soluzione automatizzata di immagazzinamento e movimentazione merce che più si adatta alle esigenze dell’azienda Wema.

Nel caso specifico le scaffalature mobili a movimentazione elettromeccanica, stivano euro pallet del peso massimo di 700 kg.

L’impianto si compone complessivamente di 6 basi mobili bifronti di metri 12x2,5x3h, 84.000 kg di portata, ognuna composta da 4 campate di scaffalatura portapallet di lunghezza 2,7m e profondità utile per fronte di 1.2 m, per fronte.

I carrelli mobili scorrono su 130 ml c.a. di rotaie incassate a filo pavimento e ad esso perfettamente livellate.

Un impianto che grazie alla sue caratteristiche tecnico strutturali ha permesso la riduzione di un gran numero di corridoi e il massimo sfruttamento dello spazio disponibile: un solo corridoio di lavoro da 5 m circa.

Le basi mobili, grazie ad un meccanismo di motorizzazione, consentono di volta in volta l’accesso al materiale depositato mediante l’apertura del solo corridoio interessato rendendo operativa una sola corsia di lavoro che si apre quando necessario. Rispetto al sistema tradizionale a scaffalature statiche, a parità di spazio impegnato, le basi mobili COMPATTA, permettono di incrementare la capacità di stoccaggio di oltre l’80%.

Un quadro generale di comando e apparecchiature elettriche di controllo dell’impianto, con azionamento da pulsantiera, si uniscono ai radiocomandi per l'apertura a distanza, software di movimentazione del magazzino con gestione barcode e terminali a radiofrequenza.

Massima produttività della macchina e massima sicurezza grazie alla presenza di fotocellule di protezione montate su entrambi i lati di ogni base mobile e fotocellule di barriera poste sul fronte dell’impianto.

L’avvio e l’arresto graduale della scaffalatura sono controllati da inverter digitali che evitano bruschi e pericolosi contraccolpi a causa del carico elevato.

Nell’area dedicata allo stoccaggio è stato installato anche SILO², il magazzino modulare e espandibile utile allo stoccaggio di articoli di dimensione medio-piccola: componentistica.

La macchina si sviluppa in 7 m, occupa una superficie di 9 m2 c.a. e si compone di 2 colonne di stoccaggio con 2 baie di lavoro su due livelli differenti, ciascuna posizionata ad altezza ergonomica: 1° livello a 750 mm da terra; 2° livello a 4750 mm dal pavimento (baia contrapposta).

SILO² assicura flessibilità operativa senza precedenti grazie alla libertà di posizionamento delle baie di lavoro che possono essere posizionate sullo stesso livello del magazzino, su livelli diversi come nel caso di Wema  e/o in posizione contrapposta. A differenza dei tradizionali magazzini mono colonna, nel SILO² la presenza di due o più baie di lavoro, aiuta a ridurre i tempi di attesa tra le operazioni di deposito/prelievo: mentre un vassoio consegna la merce presso la baia, l'altro è già in movimento per depositare ulteriore materiale richiesto, nella baia vicina.

Il magazzino verticale largo 3 m, profondo 3.2 m c.a., con capacità di 14 m3 c.a. e portata massima di 100.000 kg, contiene 97 vassoi di stoccaggio con dimensioni nominali di 1000x800x41h mm, portata massima  250 kg ed una portata specifica di 313 kg al m2

Vassoi a configurazione automatica, consentono lo stoccaggio di  merce con ingombro in altezza variabile in funzione delle esigenze di carico. La variazione di ingombro in altezza potrà avvenire solo durante le operazioni di carico/scarico in baia e genererà ogni volta la riconfigurazione della sua locazione, ottimizzandola di conseguenza.

Le UdC del magazzino Wema, sono gestite tramite 2 PC, una per ogni postazione di lavoro, posizionati a destra delle due baie operative; il software dedicato supporta il lavoro dei vassoi all’interno della macchina garantendo tracciabilità della merce e coordinamento del flusso informativo e consente al sistema automatizzato di movimentazione lo spostamento dei vassoi verso una o più baie di lavoro dove l’operatore preleva/deposita i codici desiderati.

Il sistema operativo WMS elabora gli ordini in ingresso e per i codici presenti all’interno del magazzino, trasmette le informazioni al software che ne sovrintende il funzionamento, in modo da coordinare le missioni di picking/movimentazioni vassoi verso le due baie di lavoro.

SILO² garantisce massima produttività del magazzino WEMA un ciclo semplice pari a 25’’di attesa.

Conclusione

ICAM dedica da anni un’attenzione particolare al settore dell’elettronica, offrendo soluzioni per la gestione rapida e precisa degli ordini, il contenimento dei costi e la gestione centralizzata, informatizzata e integrata utile al coordinamento nelle attività della supply chain.

L’ innovativo sistema di stoccaggio automatico SILO² e il magazzino a basi mobili COMPATTA, hanno consentito all’azienda notevoli benefici in linea con gli obiettivi attesi: ottimizzazione dello spazio di stoccaggio e delle condizioni di custodia; tracciabilità e rintracciabilità dei prodotti per far fronte all’elevata competizione basata sui lead time di consegna abbastanza ridotto a fronte del rapido invecchiamento dei prodotti dettato dalla frequente innovazione nel settore.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl