Ambienti sospetti di inquinamento o confinati: Milano raddoppia e apre una finestra sul mondo

01/ago/2012 22.56.25 European Interdisciplinary Applied Research Center Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il prossimo ottobre, presso il Politecnico di Milano nell'aula convegni De Donato, si svolgerà un evento sulle attività negli ambienti sospetti di inquinamento o confinati, che rientra nell’ambito della Campagna Nazionale promossa dall’Agenzia Europea di Bilbao che per il biennio 2012/13 è dedicata alla "Collaborazione per la prevenzione dei rischi". Scopo della manifestazione, dopo circa un anno dall’entrata in vigore del DPR 177/2011, sarà quello di fare il punto sui diversi problemi interpretativi e applicativi che la nuova normativa ha evidenziato fin da subito e confrontare quanto disposto a livello nazionale con quanto previsto a livello internazionale ed europeo. Dopo il successo suscitato dalla proposta di www.spazioconfinato.it e la grande partecipazione registrata per la prima edizione del Convegno Nazionale sulle attività negli Spazi Confinati, si è infatti rafforzata la nostra convinzione della necessità di elaborare indicazioni operative immediatamente applicative per sviluppare uno standard tecnico, che possa integrare sinergicamente le prescrizioni e gli obblighi di tutela della salute e sicurezza cogenti per l’eliminazione o riduzione dei possibili rischi legati all’interferenza delle lavorazioni associati alle attività dirette o terziarizzate che prevedono lavori in spazi confinati. Attività che, peraltro, contraddistingue proprio la nostra mission, che è quella di creare le condizioni perché si possa raccogliere e condividere l’esperienza di chiunque sia portatore di reali conoscenze e interesse, in modo da poter identificare azioni efficaci e procedure operative da condividere e sviluppare grazie alla collaborazione di tutti. Una particolare attenzione sarà inoltre dedicata a come poter colmare la strutturale carenza d’informazione, formazione e addestramento che, anche a seguito di un'evidente mancanza di programmazione degli interventi di soccorso, ha causato il concatenarsi  d’improvvisate azioni di salvataggio attuate dai colleghi di lavoro (non adeguatamente attrezzati e privi delle più elementari conoscenze a riguardo) che, di fatto, si sono purtroppo tradotte solamente in un incremento del numero delle vittime.

Nella giornata del 25 ottobre sono previsti gli interventi di relatori rappresentanti di Enti e organizzazioni nazionali e internazionali, che illustreranno quanto predisposto nei rispettivi paesi a livello legislativo o come norme tecniche/buone prassi oltre a testimonial aziendali che porteranno la propria esperienza nel settore.

Nella mattina del 26, invece, saranno riportate le esperienze condotte in questi mesi e illustrate le indicazioni operative elaborate da alcuni Enti di vigilanza e controllo e saranno illustrate linee guida predisposte a livello regionale per l’elaborazione di piani di verifica e vigilanza nell’ambito dei territori di specifica competenza.

 

Per informazioni e per scaricare il programma dettagliato dell'evento www.spazioconfinato.it

oppure inviare una mail a info@spazioconfinato.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl