GETRONICS >> L'AZIENDA RIFIUTA ANCHE IL CONFRONTO! Sgomento e rabbia per l'inerzia del nuovo governo e del Ministro Bersani

20/giu/2006 14.13.00 Lavoratori Getronics Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

L'arroganza di Getronics e la mancanza di determinazione da parte del Governo, hanno impedito risultati nell'incontro del 19 giugno. Impegni generici e spostati nel tempo sul Fondo Olivetti e sul rientro dei lavoratori Alchera, sostanziale silenzio sugli altri esternalizzati.
Getronics è stata intransigente: non intende favorire confronti sul futuro del Gruppo e dal 21 giugno vuole cedere le proprie attività italiane a Eunics, società appena costituita, priva di esperienza nel settore.
Dai tempi della frantumazione della Olivetti i lavoratori sono stati i soli a pagare le scelte di imprenditori italiani o multinazionali che, con la benedizione della politica, hanno distrutto l'informatica italiana, accumulato facili guadagni e messo in tasca denaro pubblico.

Il Governo, le istituzioni, le forze politiche devono intervenire in modo deciso, non limitarsi ad assistere alla ulteriore dispersione di questo importante patrimonio professionale.


 

Cgil, Cisl, Uil, Fim, Fiom, Uilm, il Coordinamento Rsu chiedono alle lavoratrici e ai lavoratori di mobilitarsi e di aderire allo sciopero nazionale di 8 ore di mercoledì 21 giugno, 
con manifestazione a Roma, alla Presidenza del Consiglio.

FIM, FIOM, UILM NAZIONALI
Roma, 20 giugno 2006



Cerca ovunque vai: Prova la Versione Beta di Windows Live Search per Mobile
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl