Rockwool: come ridurre la bolletta con la lana di roccia!

29/giu/2006 15.03.00 Sound PR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Gentile giornalista,

 

spegnere i condizionatori non rappresenta la soluzioneideale per non correre il solito rischio di black out; e allora perché nonprogettare delle case che ci proteggano non solo dal freddo ma anche dal caldo?

 

Rockwool spiega come il punto centrale del problema sial’involucro degli edifici, cheha la funzione di trasformare e ridurre i segnali fisici di tipo termico(calore), acustico (rumore) e luminoso (luce) provenienti dall’esterno.Per attenuare tali fattori è necessario isolarel’edificio in modo corretto avvalendosi della lana di roccia;l’utilizzo di questo materiale naturale permette,infatti, di ridurre l’energia (calore)che attraversa l’involucro e grazie alla sua massa contribuisceall’inerzia termica della copertura.

 

Grazie a un corretto isolamento, il calore incontra unabarriera che ne ostacola il passaggio, riducendo così i carichi termici dasmaltire all’interno dei nostri edifici. I risultati sono notevoli e concatenati: maggior comfort interno - inferiore utilizzo deicondizionatori per raffreddare l’ambiente - meno energia sprecata –bolletta meno cara - minore inquinamento. In breve, una soluzione duratura conmolteplici conseguenze positive.

 

Di seguito tutti i dettagli della notizia.

 

Cordialmente

Tatiana

 

Tatiana Varalli
Senior Account Executive

 

Sound Public Relations

 

Corso di Porta Romana, 2  - 20122 Milano
Tel. +39 02 80649.231 - Fax +39 02 80649220
www.soundpr.it

 

 

Crescela domanda di energia elettrica per contrastare l’afa.

Rockwoolrisponde: un maggior isolamento dell’involucro abitativo

riducenon solo la temperatura ma anche la bolletta!

 

L’isolamentocon lana di roccia come soluzione ai consumi estivi per il condizionamento

eal crescente rischio di black out

 

 

Milano, 29 giugno2006 – L’Italia sta soffrendo un caldo torrido eun’elevata percentuale di umidità che fa percepire un calore bensuperiore a quello indicato dai termometri.  In queste condizioni non sipuò proseguire nelle attività di tutti i giorni – dal lavoro al riposonotturno – senza climatizzare gli ambienti.

 

Ma in che modo possiamo rispondereal record di consumi che porta a un picco elettrico tale da farci correre ilsolito rischio di black out? Spegnere i condizionatori non rappresenta lasoluzione; e allora perché non progettare delle case che ci proteggano non solodal freddo ma anche dal caldo?

 

Rockwool spiega come il puntocentrale del problema sia l’involucrodegli edifici: è questo, infatti, l’elemento fisico dimediazione tra ambiente esterno e interno; quella parte della casa che ci separa e protegge dai 40° tropicali opiù.

 

L’involucro ha infatti lafunzione di trasformare e ridurre i segnali fisici di tipo termico (calore),acustico (rumore) e luminoso (luce) provenienti dall’esterno. Perattenuare tali fattori è necessario isolarel’edificio in modo corretto avvalendosi della lana di roccia;l’utilizzo di questo materiale naturale permette,infatti, di ridurre l’energia (calore)che attraversa l’involucro e grazie alla sua massa contribuisceall’inerzia termica della copertura.

 

Grazie a un corretto isolamento, ilcalore incontra una barriera che ne ostacola il passaggio, riducendo così icarichi termici da smaltire all’interno dei nostri edifici. I risultati sono notevoli e concatenati: maggior comfort interno - inferiore utilizzo deicondizionatori per raffreddare l’ambiente - meno energia sprecata –bolletta meno cara - minore inquinamento. In breve, una soluzione duratura conmolteplici conseguenze positive.

 

L’importanzadell’isolamento per garantire il comfort termico interno riducendo iconsumi per la climatizzazione è stato evidenziato anche dal Progetto Passive On (www.passive-on.org), il progetto diricerca e diffusione patrocinato dal programma europeo SAVE Intelligent Energy,che mira alla promozione di case passive nei climi caldi.

 

“Ibenefici di un buon isolamento non vanno sottovalutati. La lana di rocciainfatti ci consente di ripararci non solo dal freddo ma anche dal caldo torridoche ormai attanaglia le nostre città” afferma Paolo Guanzani, MarketingManager di Rockwool Italia. “Con delle semplici accortezze nella fase dicostruzione nel caso di nuovi edifici, oppure durante la loro ristrutturazione,potremmo migliorare il nostro comfort abitativo e allo stesso tempo ricevereuna bolletta dell’energia elettrica più bassa, attenuando anche illivello di inquinamento; sono infatti gli edifici i maggiori consumatori dienergia e anche la maggior fonte di inquinamento da CO2”. 

 

 

###

 

 

 

Il Gruppo Rockwool, fondato nel 1937, è il più grande produttoremondiale di lana di roccia - materiale naturale utilizzato per isolamentotermico e acustico. Con sede centrale in Danimarca (Copenhagen), conta ad oggi7.300 dipendenti in oltre 30 Paesi e 22 stabilimenti produttivi dislocati in 14Paesi tra Europa, Nord America e Asia. Il turnover del Gruppo nel 2004 ha superato i 1.100milioni di Euro.

Il Gruppo è presente in Italia nel mercato dell’isolamentotermico e acustico dal 1988. La produzione della gamma di prodotti destinatiall’edilizia, all’industria e al settore delle coperture è iniziatanel 1998 con l’acquisito dello stabilimento produttivo di Iglesias (CA).

La mission delgruppo è fornire ai propri clienti soluzioni esclusive e convenienti mettendo adisposizione l’esperienza maturata in quasi 70 anni di attività peraiutarli a migliorare l’efficienza energetica, la sicurezza antincendio,l’acustica e il clima interno degli edifici.

 

 

 

Per ulterioriinformazioni:

 

SOUNDPR                                                                                         ROCKWOOL ITALIA S.p.a

Tatiana Varalli/Gianna Avenia                                                       Emilia Soldi– Communications and Internet Marketing

Corso di Porta Romana,2                                                             Via Londonio, 2

20122Milano                                                                                    20154 Milano

Tel. +39 0280649.1                                                                        Tel. +39 02 34613230

Fax +39 0280649.220                                                                    Fax +39 02 34613321

t.varalli@soundpr.it / g.avenia@soundpr.it                             emilia.soldi@rockwool.it

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl