GETRONICS - EUNICS >>Lettera aperta all'AD - Richiesta presentazione Piano Industriale al Governo - Convocazione tavolo trattative

Il suo piano, il piano del Gruppo che lei rappresenta è ambizioso e come abbiamo letto su più fonti lei punta al pareggio operativo entro 12 mesi e senza tagli all'occupazione.

07/lug/2006 16.33.00 Lavoratori Getronics Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 Gent.mo sig Landi, le scriviamo e continuiamo,se possibile , a darle del Lei, non per una forma di distacco e di diffidenza ma per il rispetto ed il ruolo che ciascuno di noi riveste in Azienda.
Le scriviamo perchè siamo fortemente  disorientati e viviamo in clima di incertezza e di tensione che trova rari precedenti nella nostra martoriata Azienda.
Abbiamo molto  e più volte apprezzato la sua disponibilità al dialogo sul Blog ed abbiamo anche potuto facilmente constatare come molte delle sue affermazioni hanno poi trovato riscontro oggettivo nella realtà.
Il suo piano, il piano del Gruppo che lei rappresenta è ambizioso e come abbiamo letto su più fonti  lei  punta al pareggio operativo entro 12 mesi e senza tagli all'occupazione. 
In questa ottica , nell'ottica di una rinascita aziendale e di un nuovo corso ed una nuova rotta si può denotare in azienda un clima di  apprensione per alcuni provvedimenti (timbratura di ingressi/uscite e revoca dei rimborsi chilometrici) che sembrano piuttosto un regresso sulla strada delle piccole conquiste che eravamo riusciti a conservare dopo anni di buio.
Aspettiamo con ansia inoltre la Presentazione di un Piano Industriale che  ci permetta di capire, valutare e naturalmente  concorrere come ottenere il rilancio industriale di EUNICS ed aspettiamo, oltre alla auspicata sostituzione del vecchio management, anche la corretta informazione sulle modalità operative ed organizzative sulle quali si ritiene di rifondare EUNICS.
Non le chiediamo vendetta per le vessazioni subite ma semplicemente le chiediamo di ispirarsi a quegli alti ideali di giustizia e di imprenditorialità che furono propri della tradizione Olivetti.
Non le chiediamo, in nome di un inopinato furore sacro,la  semplice sparizione e la distruzione  di un management sicuramente distratto e corresponsabile senza mettere sul piatto della bilancia una corretta organizzazione del lavoro ed un ripristino del dialogo e della concertazione con le parti istituzionalmente delegate al confronto, senza dimenticare la base dei lavoratori che ha legittimamente diritto a partecipare al dialogo.
Non le chiediamo di non intervenire sul BLOG; questo strumento è stato e sarà un importante strumento di informazione, la nostra sentinella informatica, l'ombra della giustizia dei deboli sulle ingiustizie dei forti.
Noi le chiediamo solo di INFORMARE; è suo diritto, come riferimento di proprietà, dettare le linee guida e pianificare le attività ma è suo dovere preciso veicolare in forma corretta le informazioni e le disposizioni organizzative.
Sig. Landi..noi non capiamo e la mancata comprensione sta creando divisioni e storture, sta alimentando il clima di rottura in azienda e questo penso non sia ciò che Lei e noi ci auspichiamo.
Noi abbiamo fiducia e siamo pronti a stare al suo fianco ..ma non vorremmo ricadere vittime in quell' antico detto :TIMEO DANAOS UT DONA FERENDA.. temi i greci anche quando portano i doni.
Abbiamo dovuto già subire l'onta di molti, troppi Cavalli di Troia..e  non dobbiamo, non possiamo sopportarne altri

E' sul tavolo la sua credibilità e , come al solito, la nostra vita..non vorremmo che, come troppo s pesso accade,dovremmo  essere noi lavoratori a pagare.
Buon Lavoro
 

 



È il futuro di Hotmail: Prova la Versione Beta di Windows Live Mail
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl