Aruba rivela i primi trend sulla campagna relativa ai domini gTLD

03/mar/2014 18.44.01 Seigradi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A partire dalla fine di Gennaio, Aruba S.p.A. (www.aruba.it), leader nei servizi di data center, web hosting, e-mail, PEC e registrazione domini, ha offerto a quanti fossero interessati la possibilità di esprimere la propria wishlist in riferimento all’imminente arrivo delle nuove estensioni di dominio (gTLD – Generic Top Level Domain). Il sito creato ad hoc dalla società, nuovigtld.aruba.it, ha subito ottenuto un favorevole riscontro, facendo emergere dati interessanti, tra cui:

 

La volontà di essere informati sulle proprie estensioni preferite coinvolge sia aziende che privati: il 41% delle richieste ricevute fino a questo momento proviene da privati, il 31% da imprese mentre il 28% è stato avanzato da lavoratori autonomi.

 

- Il numero medio di estensioni richieste per ogni wishlist inviata è pari a 37: Ciò significa che c’è un interesse diffuso che coinvolge un elevato numero di estensioni per singola richiesta. Un tale dato può essere inoltre giustificato dalla necessità di ottenere un’informazione a tutto tondo per preservarsi dai rischi di cybersquatting: chi possiede un marchio registrato, infatti, vuole assicurarne la protezione su Internet, registrandolo con nuove estensioni.

 

- Tra tutte le richieste provenienti da aziende che hanno indicato il proprio ambito di appartenenza, il 22% dichiara di far parte del settore commercio e prodotti: questo dato dimostra come l’utenza abbia compreso quanto le nuove estensioni siano essenziali per la visibilità del proprio negozio fisico o del proprio store online. Infatti, due tra le estensioni che ad oggi hanno ricevuto più preferenze per questo settore sono “.shop” e “.store”. Fa seguito all’ambito del commercio quello relativo a marketing e pubblicità con il 18% delle richieste.

 

- E’ stato registrato un forte interesse relativo a tutti quei domini in stretta relazione con internet, come ad esempio “.online” e “.web”, quest’ultimo il più richiesto in assoluto.

 

- Tra le estensioni più interessanti per gli utenti Aruba spiccano i domini italofoni, dal “.pizza” al “.bar” e dal “.roma” al “.casa”, quest’ultimo il più richiesto nella categoria.

 

- Due tra le estensioni più richieste, indipendentemente dal settore merceologico di riferimento, sono risultate .srl e .web: due gTLD che abbracciano categorie molto estese ma che al contempo sono essenziali per connotare l’ambito di attività del proprio sito

 

 

ARUBA S.p.A.

Aruba S.p.A., fondata nel 1994, è la prima società in Italia per i servizi di data center, web hosting, e-mail, PEC e registrazione domini. La società gestisce oltre 2 milioni di domini, 6 milioni di caselle e-mail, 3,8 milioni di caselle PEC, 20.000 server ed un totale di oltre 2 milioni di clienti. La società è attiva sui principali mercati europei quali Francia, Inghilterra e Germania e vanta la leadership in Repubblica Ceca e Slovacca ed una presenza consolidata in Polonia ed Ungheria. In aggiunta ai servizi di web hosting, Aruba fornisce anche servizi di server dedicati, housing e colocation, servizi managed, firma digitale, conservazione sostitutiva e produzione di smart-card. Dal 2011 ha ampliato la sua offerta con servizi Cloud. Aruba ha una grande esperienza nella gestione dei data center disponendo di un network europeo in grado di ospitare circa 60.000 server.

Per ulteriori informazioni: www.aruba.it, nuovigtld.aruba.it

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl