Ecco Padova originale: cinque itinerari per (ri)conoscere padova

08/apr/2014 09.04.18 Pietro Casetta Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ecco “Padova originale”

 

CINQUE ITINERARI PER (RI)CONOSCERE PADOVA

 

Nuova la chiave di lettura, nuovo lo stile di comunicazione, nuovi i riferimenti culturali

 

 

 

Si chiama Padova originale (www.padovaoriginale.it) ed è una collezione di cinque itinerari turistici pensati e realizzati dal geografo padovano Pietro Casetta secondo una chiave di lettura completamente nuova, alternativa e complementare alla tradizionale lettura storico-artistica delle opere d’arte.

Questi i suoi capisaldi:

-        l’architettura contemporanea, rappresentata dalle numerose opere, molte delle quali pregevoli, ben visibili in particolare lungo i corsi d’acqua padovani;

-        l’arte non ufficiale, soprattutto massonica ed esoterica, che proprio nella città del Santo trova importanti espressioni quali lo Stabilimento (o Caffè) Pedrocchi o il pochissimo noto Parco Romiati;

-        l’arte tecnologica, ovvero l’insieme degli artifici ingegneristici, perlopiù idraulici, che hanno permesso la realizzazione di opere quali il Prato della Valle o il più antico Orto Botanico del mondo, situato proprio nella città patavina.

L’idea di Padova originale è del geografo padovano e guida naturalistico-ambientale Pietro Casetta, studioso da sempre attento alla sua città e a divulgarne le sue peculiarità.

Una Padova “originale” anche nel motto: “Niente nomi, niente date, niente spiegazioni libresche”. “Si può illustrare efficacemente il territorio senza nessuno scadimento culturale” questa la certezza dell’autore “ma nello stesso tempo senza impartire nozioni o tediose lezioni scolastiche. Anzi, facendo provare un grande piacere.” Padova originale è infatti il prodotto non solo della preparazione culturale del suo autore, ma anche della sua capacità di divulgazione maturata attraverso decenni di professione giornalistica.

Questi gli itinerari, non rigidi ma personalizzabili:

-        Le architetture del XXI secolo a Padova

-        Il percorso erotico, massonico e unitario nello Stabilimento Pedrocchi

-        Il percorso delle Torri lungo il Piovego

-        Il Canale Alicorno e i suoi parchi (Mezza giornata)

-        Il Canale Alicorno e i suoi parchi (Giornata intera)

“Per me un monumento è una questione non solo artistica ma anche tecnologica e simbolica” sostiene Casetta. “Per esempio a Padova abbiamo, all’interno di un parco che potremmo definire “di nuova generazione”, una piccola serra chiamata “Giardino di Cristallo” ricolma di piante grasse. Questa serra è un capolavoro di ingegneria e di bellezza tanto sconosciuto quanto importante sul piano dell’architettura contemporanea e della tecnologia, per altro situato davanti una costruzione dell’arch. Mario Botta. Un altro caso è il famosissimo Caffè Pedrocchi: spacciato il più delle volte solo per un capolavoro neoclassico si tratta in realtà di uno dei maggiori esempi di architettura massonica. Infine l’idraulica. Padova non esisterebbe senza i suoi corsi d’acqua. Basti pensare che uno di essi, lo sconosciutissimo Canale Alicorno, ha reso possibile l’irrigazione e quindi il sorgere dei più bei parchi della città a cominciare dall’Orto Botanico, il più antico e famoso del mondo.”

Il target cui si rivolge l’iniziativa è il pubblico che ama andare oltre i testi scolastici e le guide-book, preferendo il senso critico alle nozioni. Tuttavia Padova originale non si rivolge necessariamente alle persone particolarmente colte ma a chi è sensibile ai valori della cultura e del territorio.

“Il pubblico è sempre più attento a questo tipo di approccio e di stile di comunicazione” continua Casetta “ma mancano molto spesso le professionalità per adottarli.” Per questo motivo Casetta ha appositamente formato sei guide turistiche, ha affidato la direzione tecnica dell’iniziativa all’agenzia di viaggi Delta Tour Navigazione Turistica, e si è rivolto a due webmaster per realizzare il sito e il logo.

Un’iniziativa all’insegna della cultura ma anche del piacere, quindi arricchita da significativi ristoranti cittadini padovani selezionati non solo su base gastronomica ma anche sulle possibilità culturali che essi offrono, come la possibilità di ammirare lo spettacolare scenario di Parco Treves o il Ponte romano di Ponte Corvo da un punto di vista altrimenti inaccessibile.

Pietro Casetta


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl