CAME SUL GRATTACIELO PIÙ GRANDE DEL MONDO

CAME SUL GRATTACIELO PIÙ GRANDE DEL MONDO CAME SUL GRATTACIELO PIÙ GRANDE DEL MONDOIl  Gruppo veneto leader nei dissuasori a scomparsa (+15%nel 2005)  si aggiudica una commessa per il Burj Dubai, edificio alto 800 metri, e si avvia a chiudere l anno a quota 145 milioni di Euro TREVISO Il Gruppo Came, leader nel campo della sicurezza attiva,dei dissuasori a scomparsa e dei prodotti per l arredo urbano, mentre siavvia a chiudere il 2006 con valore della produzione intorno ai 145 milioni diEuro e un Mol sui 24 milioni di Euro, arricchisce la sua lista di commesseprestigiose in Medio Oriente.

07/nov/2006 17.00.00 PRS INTERNATIONAL Srl Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

CAME SUL GRATTACIELO PIÙ GRANDE DEL MONDO

Il  Gruppo veneto leader nei dissuasori a scomparsa (+15%nel 2005)  si aggiudica una commessa per il Burj Dubai, edificio alto 800 metri, e si avvia a chiudere l’anno a quota 145 milioni di Euro

 

TREVISO – Il Gruppo Came, leader nel campo della sicurezza attiva,dei dissuasori a scomparsa e dei prodotti per l’arredo urbano, mentre siavvia a chiudere il 2006 con valore della produzione intorno ai 145 milioni diEuro e un Mol sui 24 milioni di Euro, arricchisce la sua lista di commesseprestigiose in Medio Oriente. La controllata Urbaco ha infatti ottenuto l’appalto per l’installazione di dissuasori mobili per il grattacielo BurjDubai. Una volta terminato, questo edificio del costo di 850 milioni di Dollaridiventerà, con i suoi 800 metri, il più alto del mondo. “Con questa nuova, importante commessa mediorientale – spiega l’amministratore delegato Andrea Menuzzo – ilGruppo conferma la propria competitività in questo mercato, dove siamo presenti proprio con Urbaco e abbiamo raggiunto, con la conquista dialtri appalti prestigiosi, un girod’affari di oltre 8,5 milioni di Euro, registrando una crescita del 45%sull’anno precedente”.

 

Ulterioririsultati positivi giungono anche da oltreoceano. Recentemente il Gruppo ha rilevato un’importante crescita nell’America Meridionale e Centrale,con un incremento pari al 20% nella prima e al 30% nella seconda. Aquesto si sommano le soddisfazioni ottenute negli Usa, dove sono state ottenutenumerose commesse dal Governo Federale, come le forniture di dissuasori per ilpalazzo della Corte Federale di San Francisco e per la sede della Federal Reservein Virginia. L’ottenimento di questi appalti porta il Gruppo a prevedereil raggiungimento di un turnover americano di8 milioni di Euro entro i prossimi tre anni.

 

Il nostro – tiene a precisare Andrea Menuzzo – è da sempre un Gruppo a fortevocazione internazionale. Il nostro business interra straniera ha registrato, nel primo semestre del 2006, un incremento del10,5%. In questo periodo, infatti, il giro d’affari estero ha superato il68% del fatturato complessivo, toccando quota 70  milioni di Euro”. Per consolidare il proprio primatoe acquisire nuove quote di mercato, il Gruppo ha intrapreso una serie dioperazioni di shopping a livello mondiale.Attraverso la capogruppo Fin-Men S.p.A. è stata infatti intrapresa una politicadi crescita, finalizzata all’ottenimento del controllo totale o dellamaggioranza delle società operanti nei mercati strategicamente rilevanti.

 

Dopo l’acquisizione del 100% di Came UK, il cui valorecomplessivo ha superato i 7 milioni di Euro, la società, seguendo un pianotriennale d’investimenti di oltre 50 milioni di Euro, punta ora acompletare le sue operazioni straordinarie in Medio Oriente (Came Middle East aDubai), in Europa (Came Portogallo) e nelle Americhe (Came America). Per l’attuazione di questa strategia di consolidamento si impiegheranno, entro la fine del 2007, oltre 16milioni di Euro.

 

Oltrea quelli ottenuti in terra straniera, il Gruppo continua a conseguire importantirisultati anche in Italia, aggiudicandosi appalti di rilievo nazionale, comequello per la nuova Fiera di Milano. Grazie a questa e a numerose altrecommesse conquistate lungo tutto lo stivale, ilturnover italiano del Gruppo ha superato i 45 milioni di Euro, pari al 32% deltotale.Isuccessi conseguiti – conclude Andrea Menuzzo –  sono legati alla nostra scelta di non delocalizzare la produzione all’estero, edi investire invece costantemente nel settore innovazione, impiegandooltre 5 milioni di Euro nell’ultimotriennio per sviluppare nuovi prodotti. Proprio dalla ricerca sononate le rivoluzionarie barriere antivento,il cui design consente un risparmio del 20% sui tempi di installazione.

 

Il Gruppo Came, che comprende Came S.p.A., Came Service,Urbaco e altre 10 filiali commerciali nel mondo, impiega attualmente oltre 300addetti, 130 dei quali in Italia. Grazie allastrategia di sviluppo attuata, i suoi verticiprevedono di chiudere il 2006 a quota 150 milioni di Euro, con un incrementodel 7% sull’anno precedente. Un contributo fondamentaleall’ottenimento di questo risultato sarà offerto da Came CancelliAutomatici S.p.A. che, stando alle previsioni, entro l’anno supererà i 115milioni di Euro.

 

(Mario Pinzi)

 

Per eventualiulteriori informazioni contattare il Dr. Andrea Menuzzo (Amministratore Delegato), tel. 0422/4940

 

Gruppo Came– dati economici –

 

 

 

2004

2005

prev. 2006

Fatturato Consolidato

119,9 ml €

141 ml €

150 ml €

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

*Previsione

 

*************************************************

 

PRS Consulting Group

Via San Felice, 98

40122 Bologna

Tel. 051/52.24.40

Fax 051/55.38.57

mailto: prs@prs.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl