Quanto conosci il punto "G"

03/mag/2014 01:22:00 Sexy Shop A69 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Il punto G suscita molte discussioni. E' considerato il motore del piacere vaginale, ma la sua efficacia è osservata solo nel 10% delle donne. Provoca orgasmi esplosivi, molto intensi. E l'altra parte delle donne continua a cercare o non è interessata alla ricerca del piacere che ti fa volare? L'importante è capire che, cercando il punto G, potrebbe anche capitare di non trovare il pulsante che fa arrivare sempre e in un attimo in paradiso ma si può scoprire nella vagina delle zone erogene, dei piaceri diversi, probabilmente più intensi e mai provati prima.

 

Come si può stimolare il punto G durante il rapporto?

 

Per la maggior parte delle donne il punto G è nella parete anteriore della vagina ad una profondità di circa 4-5 cm proprio dietro la localizzazione esterna della clitoride. 

Il motivo per cui dico "la maggior parte delle donne" è che per alcune può essere differente. 

Il punto G è grande appena quanto una piccola monetina e quando stimolata nel modo giusto si dilata un po' e cambia leggermente struttura. 

A molte donne sono necessari lunghi preliminari e  stimolazione sessuale prima che il punto G possa procurare piacere. Per alcune donne la stimolazione del punto G non è veramente un granché mentre per altre può condurre ad un orgasmo intenso l'intero corpo e perfino a stati alterati della coscienza. 

E poi ci sono donne che hanno eiaculazine con la stimolazione del punto G.

 

Questo significa che l'uomo deve essere capace di durare tanto a lungo quanto è necessario alla partner per avere un orgasmo del punto G durante il rapporto!

 

Le migliori posizioni a questo scopo sono quelle da dietro con lei sul suo stomaco (in questa posizione l'uomo può puntare il pene contro la parete anteriore della vagina), lo stile a capretta (con l'uomo leggermente sopra della donna), lei sopra e con l'uomo inginocchiato e la donna seduta con le sue gambe intorno alla vita del suo partner, mentre l'afferra all'anca e la tira mentre la penetra (il pene deve entrare con un angolazione all'insù per colpire il punto G).

 

Come individuare il Punto G ?

 

Mentre la donna giace sul dorso, inserite uno o due dita nella vagina in modo da tenere il palmo della mano rivolto verso l’alto. Successivamente piegate leggermente le dita. Come detto in precedenza la parete sulla quale si trova il Punto G è una superficie rugosa, proseguite tra la vescica e la pelvi, li si trova un’area molto sensibile. Trovarlo è semplice, è tondeggiante, è come una ghiandoletta, e se non lo trovi fai in modo che sia Lei (la diretta interessata) a guidarti. Non eccedere nella ricerca perchè è possibile che alla vostra partner la pressione esercitata dia fastidio, quindi cambiare stimolazione e rimandare alla prossima volta la ricerca del Punto G. 

Bene giunti a questo punto non posso fare altro che augurarvi una buona caccia al tesoro.

www.sexyshopa69.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl