Calabria: nuovi incentivi per riqualificazione rurale

06/mag/2014 10:13:14 Sportello Attività Produttive S.r.l. Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Aperti otto nuovi bandi per incentivare attività volte al miglioramento dell’ambiente e dello spazio rurale.

 

 

Bando I

 

Finalità

Obiettivo della misura è mantenere l’attività agricola nelle zone montane con funzione di presidio e salvaguardia del territorio, nonché la tutela delle risorse naturali e della biodiversità.

 

Beneficiari

Le domande di partecipazione potranno essere presentate da imprenditori agricoli, singoli ed associati, che si impegnano a proseguire l’attività agricola nelle zone montane, per 5 anni a decorrere dalla sottoscrizione dell’impegno.

 

Entità del contributo concedibile

Il contributo previsto sarà erogato, per le aziende con una superfice minima di 2 ettari, sotto forma di indennità per un massimo di 100 ettari per azienda.

 

L’indennità sarà calcolata in base ai seguenti scaglioni: 200,00 €/ettaro per aziende fino a 5 ettari, 150,00 €/ettaro per aziende da 6 a 12 ettari, 100,00 €/ettaro per aziende da 13 a 30 ettari e 50,00 €/ettaro per aziende da 31 a 100 ettari.

 

 

Bando II

 

Finalità

Obiettivo della misura è mantenere l’attività agricola ecosostenibile nelle zone caratterizzate da svantaggi naturali, diverse dalle zone montane, marginali e poco produttive al fine di ridurne il tasso di spopolamento ed il degrado ambientale.

 

Beneficiari

Le domande di partecipazione potranno essere presentate da imprenditori agricoli, singoli ed associati, che si impegnano a proseguire l’attività agricola nelle zone montane, per 5 anni a decorrere dalla sottoscrizione dell’impegno.

 

Entità del contributo concedibile

Il contributo previsto sarà erogato, per le aziende con una superfice minima di 2 ettari, sotto forma di indennità per un massimo di 100 ettari per azienda.

 

L’indennità sarà calcolata in base ai seguenti scaglioni: 150,00 €/ettaro per aziende fino a 5 ettari, 120,00 €/ettaro per aziende da 6 a 12 ettari, 80,00 €/ettaro per aziende da 13 a 30 ettari e 30,00 €/ettaro per aziende da 31 a 100 ettari.

 

Bando III

 

Finalità

La misura intende promuovere l’introduzione o il mantenimento di tecniche colturali e di allevamenti esenti dall’impiego di sostanze chimiche sostenendo le aziende che già producono secondo il metodo biologico, e incentivando l’ingresso di nuove aziende al fine di rispondere alla crescente domanda di prodotti biologici.

 

Beneficiari

Le domande di partecipazione potranno essere presentate da imprenditori agricoli, singoli ed associati e da altri soggetti pubblici e privati in quanto conduttori delle aziende.

 

Entità del contributo concedibile

Il contributo sarà concesso, sotto forma di premi annuali per i 5 anni di durata dell’impegno, al fine di compensare i costi aggiuntivi derivanti dall’impegno alla produzione biologica assunto ed il valore sarà calcolato in funzione degli ettari e delle culture praticate e del carico di bestiame per le aziende zootecniche.

 

Bando IV

 

Finalità

La misura intende promuovere l’introduzione di tecniche produttive sostenibili contribuendo così alla riduzione dell’erosione, all’incremento della sostanza organica, all’inerbimento di colture permanenti, alla conversione colturale da seminativi a pascolo o prato-pascolo o prato e al sostegno di colture a perdere finalizzate alla protezione degli habitat faunistici.

 

Beneficiari

Le domande di partecipazione potranno essere presentate da imprenditori agricoli, singoli ed associati e da altri soggetti pubblici e privati in quanto conduttori delle aziende.

 

Entità del contributo concedibile

Il contributo, concesso sotto forma di premi annuali per i 5 anni di durata dell’impegno, sarà stabilito come segue:

• Incremento di sostanza organica: 250,00 €*ha;

• Erosione: 200,00 €*ha;

• Inerbimento: 150,00 €*ha;

• Conversione da seminativo a pascolo: ,00 €*ha;

• Colture a perdere finalizzate alla protezione degli habitat faunistici”: 250,00 €*ha.

 

Bando V

 

Finalità

La misura ha lo scopo di ovviare al fenomeno di erosione delle risorse genetiche animali da un lato e dall’altro, al mantenimento di una razza bovina podolica che pur non essendo ancora classificabile come specie in via di estinzione, ha subito un netto decremento nel numero dei capi registrati.

 

Beneficiari

Le domande di partecipazione potranno essere presentate da imprenditori agricoli, singoli ed associati e da altri soggetti pubblici e privati in quanto conduttori delle aziende.

 

Entità del contributo concedibile

Il contributo sarà concesso, sotto forma di premi annuali per i 5 anni di durata dell’impegno, per un valore pari ad € 200,00* Unità di Bestiame Adulto (UBA).

 

Bandi VI

 

Finalità

La misura è finalizzata alla preservazione dei caratteri di ruralità del paesaggio agrario, mediante la conservazione di elementi naturali e paesaggistici (siepi, alberate, boschetti, ecc.).

 

La misura prevede le seguenti tipologie di intervento:

-  Manutenzione annuale dei boschetti con dimensione massima di 0,50 ha;

-  Manutenzione delle siepi di origine naturale o antropica, formata da specie vegetali caratteristiche del territorio regionale, con lunghezza minima di 25 metri ed una larghezza massima di 10 metri. 

 

Beneficiari

Le domande di partecipazione potranno essere presentate da imprenditori agricoli, singoli ed associati e da altri soggetti pubblici e privati in quanto conduttori delle aziende.

 

Entità del contributo concedibile

Il contributo sarà concesso, sotto forma di premi annuali per i 5 anni di durata dell’impegno, per un valore pari ad € 300,00 EURO s’è situato in pianura ed € 200,00 s’è collina.

 

Bando VII

 

Finalità

La Misura è finalizzata alla realizzazione di sistemi di produzione che applicano standard di benessere animale più elevati rispetto ai requisiti minimi previsti dalla legislazione vigente al fine di ridurre in maniera significativa lo stress degli animali, in relazione al contesto climatico, ambientale e territoriale, attraverso un miglioramento delle condizioni di allevamento, di alimentazione e di prevenzione di alcune malattie.

 

Le specie ed i sistemi di allevamento interessati al miglioramento dei livelli di benessere sono:

- Bovini da latte;

- Bovini da carne in allevamenti intensivi;

- Bovini da carne allevamento linea vacca-vitello;

- Ovi caprini;

- Suini allevamento intensivo;

- Suini allevamento all’aperto;

- Avicoli.

 

Beneficiari

Le domande di partecipazione potranno essere presentate da imprenditori agricoli, singoli ed associati e da  altri soggetti pubblici e privati in quanto conduttori delle aziende con almeno 10 (UBA) Unità di Bestiame Adulto.

 

Entità del contributo concedibile

Il contributo sarà concesso, sotto forma di premi annuali per i 5 anni di durata dell’impegno, in relazione di ciascuna specie animale come segue:

-  Bovini da latte e Bufalini                             € 200,00;

-  Bovini da carne                                            € 150,00;

-  Bovini da carne (linea vacca-vitello)                       € 100,00;

-  Ovi caprini                                                   € 197,00;

-  Suini allevamento intensivi                          € 100,00;

-  Suini allevamento all’aperto                                    € 175,00;

-  Avicoli                                                         € 190,00.

 

Per gli allevatori di vacche da latte che adottano impegni aggiuntivi a quelli base è prevista un premo aggiuntivo pari ad € 80,00.

 

Per informazioni contattare:

 

Sportello Attività Produttive S.r.l.
Via Ponte Nuovo - 87011 Cassano All’Ionio (CS) 
Tel./fax: 0981-782236
E-mail: info@sportelloattivitaprovuttive.it 
Sito: 
www.sportelloattivitaproduttive.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl