Etica certificata

27/mag/2014 17.14.09 Borderline Agency Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Varvel SpA, storica azienda bolognese specializzata nella progettazione, produzione e distribuzione internazionale di variatori e riduttori di velocità, ha deciso di avviare il progetto di certificazione del Sistema di Gestione per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro secondo lo standard internazionale BS OHSAS 18001 (British Standard Occupational Health and Safety Assessment Series).

L’obiettivo della Direzione è integrare le certificazioni UNI EN ISO 9001 e UNI EN ISO 14001 dei Sistemi di Gestione per la Qualità e per l’Ambiente ottenute da diversi anni, con l’adozione di un modello organizzativo finalizzato a garantire diverse migliorie in ambito operativo e gestionale.

Tra queste, si possono enumerare il rigoroso rispetto dell’estesa e complessa legislazione in materia di salute e sicurezza nell’ambiente di lavoro, un migliore controllo dei rischi per i lavoratori ed una più efficace gestione delle misure di prevenzione e protezione, un approccio innovativo e sistemico alla salute e alla sicurezza, orientato alla misurazione periodica ed al miglioramento pianificato delle prestazioni, in coerenza con le politiche e gli obiettivi della direzione in materia.

Una scelta foriera di diversi vantaggi, tra cui si possono enumerare il consolidamento della reputazione di Varvel presso tutti gli stakeholder, sottolineando ulteriormente il comportamento socialmente responsabile implicito in tale scelta e già dimostrato nelle numerose azioni a livello locale e internazionale. A ciò si aggiunge un accrescimento ulteriore della consapevolezza da parte dei dirigenti, dei responsabili e dei lavoratori sui rispettivi obblighi e compiti in materia di salute e sicurezza, mediante la condivisione di buone pratiche comportamentali codificate nel sistema ed attraverso un processo di formazione continua.

Una decisione che non mira soltanto alla riduzione del rischio per la Proprietà di incorrere in sanzioni interdittive, penali ed amministrative a fronte di adempimenti non correttamente gestiti, ma anche ad una ancor più attenta considerazione degli aspetti di tutela della salute e della sicurezza già nelle fasi progettuali di investimenti impiantistici e di tecnologie per la produzione, con una ricaduta positiva derivante dall’incremento dell’attrattività sui mercati internazionali più evoluti e sensibili agli approcci socialmente responsabili ed ecologicamente sostenibili delle aziende.

Il progetto per la certificazione del Sistema di Gestione per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro secondo le BS OHSAS 18001 condotto dal Servizio Prevenzione e Protezione Varvel, in collaborazione con la società di consulenza IMTECH Srl, prevede diverse fasi, tra cui il riesame del processo di valutazione di tutti rischi per la salute e la sicurezza, l’analisi organizzativa per la predisposizione delle procedure costituenti il sistema, la formazione sullo standard BS OHSAS 18001 ai dirigenti, ai responsabili ed ai lavoratori, il ciclo di verifica ed approvazione delle procedure organizzative con i dirigenti ed i responsabili aziendali, l’attivazione delle procedure di sistema, il ciclo di audit interni finalizzati a verificare l’efficace attivazione del sistema e l’adozione di un piano di azioni correttive e migliorative, oltre a 2 sessioni di audit da parte dell’Organismo di Certificazione.

I processi più significativi sui quali si intende focalizzare il sistema certificato sono l’identificazione dei pericoli e la valutazione di rischi, la conformità al quadro legislativo, la regolamentazione degli appalti e dell’accesso agli stabilimenti, il trattamento delle sostanze chimiche e dei dispositivi di protezione individuale, la gestione di eventuali incidenti, infortuni ed emergenze, la formazione ed il miglioramento delle performance.

Varvel ha aderito con successo al bando di finanziamento dell’INAIL nel 2013, ottenendo il finanziamento in conto capitale del 50% dell’investimento per il progetto.

La conclusione dell’iter di certificazione è attesa entro metà settembre.

“Si è trattato di una scelta doverosa ma non certo scontata– ha affermato Francesco Berselli, Presidente di Varvel SpAin linea con un’etica aziendale che da sempre ci caratterizza e che pone la massima attenzione nei confronti delle persone. Questa certificazione vuole essere un completamento di un processo avviato negli anni passati, a testimoniare la continua attenzione alla qualità rivolta non solo alla produzione, ma anche al contesto sociale e umano che compone l’azienda”.

Dello stesso avviso il Direttore Generale Mauro Cominoli: “Si tratta di un ulteriore passo nel processo di internazionalizzazione di Varvel SpA, migliorando la gestione del personale e consentendo al tempo stesso all’azienda di presentarsi al mercato mondiale con caratteristiche d’eccellenza, non solo sotto il profilo dei prodotti, ma anche della gestione interna e di filiera”.

 

Varvel SpA - Via 2 Agosto 1980 n. 9 - 40056 Crespellano BO - Italy - Tel. +39 051 6721811 - Fax +39 0516721825 - varvel@varvel.com  

Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200 

Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com  

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl