EISMANN, FATTURATO OK CON L'ORO BIANCO DELLA PATAGONIA

EISMANN, FATTURATO OK CON L'ORO BIANCO DELLA PATAGONIA EISMANN,CON L ORO BIANCO DELLA PATAGONIA IL FATTURATO SCHIZZA A 100 MILIONI DI EURO Le vendite di pesce pregiato si impennano e la nota aziendaoperante nel settore della distribuzione porta a porta di surgelati va achiudere il 2006 con un turnover a otto zeri SONA (VR) EismannItalia continua la sua scalata al vertice del settore della vendita porta aporta di surgelati, accrescendo la propria quota di mercato al 25% del totale eapprestandosi a battere nuovamente il fatturato record dell annoprecedente.

21/nov/2006 16.49.00 PRS INTERNATIONAL Srl Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 EISMANN,CON L’ORO BIANCO DELLA PATAGONIA

IL FATTURATO SCHIZZA A 100 MILIONI DI EURO

 

Le vendite di pesce pregiato si impennano e la nota aziendaoperante nel settore della distribuzione porta a porta di surgelati va achiudere il 2006 con un turnover a otto zeri

 

SONA (VR) –  EismannItalia continua la sua scalata al vertice del settore della vendita porta aporta di surgelati, accrescendo la propria quota di mercato al 25% del totale eapprestandosi a battere nuovamente il fatturato record dell’annoprecedente. Nel 2005 il turnover è stato di 95 milioni di Euro; secondo le previsioni, entro la fine dell’annoin corso si sfioreranno i 100 milioni,andando oltre il +5%. La filialeitaliana del Gruppo Eismann, presente in altri 7 Paesi europei, si confermadunque – dopo la casa madre tedesca – la più dinamicadell’intera organizzazione, realizzando il 20% del fatturato globale,pari a 500 milioni di Euro.

 

«Considerato che operiamo nella terra della culinariaper eccellenza, si tratta di un risultato che ha dello straordinario,»– commenta soddisfatto l’amministratoredelegato Giovanni Paolino, – «cheripaga il nostro incessante impegno alla ricerca della qualità. Ad esempio, perrispondere a una crescente richiesta di prodotti ittici da parte del mercato,abbiamo investito fortemente per assicurarci l’approvvigionamento delprelibato merluzzo della Patagonia,così pregiato da essere noto tra gli addetti ai lavori come “orobianco”. Le vendite nel settore pesce sono così aumentate del 10 %, e diquesto passo ci garantiranno una crescita difatturato del 15 % nelprossimo triennio.»

 

Il merluzzo della Patagonia, tratto dalleacque più profonde e incontaminate, viene lavorato e surgelato direttamente sulposto, e da lì fino al domicilio del cliente i filetti di pesce vengonomantenuti a una temperatura costante di 18 gradi sotto lo zero. «Questo è il segreto di tutti i nostriprodotti» –spiega Giovanni Paolino. – «Dall’origine fino al consumatore, la catena del freddo non vienemai interrotta, a garanzia di un alimento sempre perfetto sia dal punto divista organolettico che da quello nutrizionale».

Perottenere questi risultati l’azienda ha varato il Sistema Qualità Eismann,che prevede l’aggiornamento costante delle tecnologie e del personaleaddetto, con un investimento in ricerca,attrezzature e formazione che mediamente supera i 5 milioni di Eurol’anno.

 

Ilmercato italiano conferma la validità delle scelte dell’azienda veneta:nell’ultimo anno i clienti Eismannsono passati da 350.000 a 380.000, e la fidelizzazione è aumentata del 20%. Commenta l’ad: «Il nostro cliente-tipo è quello che risiede inpiccoli centri abitati, lontano dai grandi agglomerati urbani. Ma aumentanoanche le casalinghe che si sono accorte che, a conti fatti, i supermercati nonsono poi così convenienti, e che hanno scoperto la comodità di farsi portare a casatutto l’occorrente per mettere la famiglia a tavola in poco tempo, consuccesso, e a costi decisamente contenuti». A fronte del raddoppiodei prezzi applicato da altre realtà del settore alimentare dopol’avvento dell’Euro, infatti, ilritocco di listino annualmente praticato da Eismann è stato sempre inferioreall’1%.

 

Un’altrascelta in controtendenza da parte di Eismann, dato il periodo di recessioneeconomica, è quella di espandere ulteriormente la propria rete commerciale.Ultimamente, infatti, Eismann ha aperto trenuove filiali – una a Fossano (CN), una a Potenza e la terza aDomodossola – che si vanno ad aggiungere alle 42 già presenti su tutto ilterritorio nazionale, il che ha comportato un investimentodi oltre un milione di Euro e l'ingaggiodi altri 20 incaricati alle vendite, oggi oltre 700. Inoltrel’azienda sta portando a termine il previsto investimento di 9 milioni di Euro per l’acquisto di 250 nuoviautomezzi non inquinanti per la consegna della merce.

 

Leprevisioni per il futuro sono decisamente positive. Un trend di crescitaeismann del 10% annuo per il servizio di consegna della spesa a casa e unaumento medio annuo di produttività del singolo venditore pari al 3% confortanole ottimistiche aspettative dell’azienda, secondo la qualenell’anno a venire il fatturato aumenterà ulteriormente di 10 milioni diEuro. Ciò a fronte di un ingresso di altri  60 venditori in organico.

 

(Mario Pinzi)

Pereventuali ulteriori informazioni contattare Dr. Giovanni Paolino, Tel. 045/7160211.

 

*************************************************

 

PRS Consulting Group

Via San Felice, 98

40122 Bologna

Tel. 051/52.24.40

Fax 051/55.38.57

mailto: prs@prs.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl