Il web vantaggio del terzo millennio

14/giu/2014 13.37.20 Leo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Vi siete mai resi conto di quanto sia difficile lanciare una nuova attività? Non tutti sono infatti dell’idea che investire in un momento di crisi come quello che l’Italia sta vivendo, sia una cosa buona. Sarà ovviamente perché con il passare del tempo non si riesce a far fronte alla immane crisi che ogni giorno ci attanaglia, eppure c’è sempre qualcuno che è disposto a fare una scommessa e magari intraprendere una nuova attività commerciale. Ma quale potrebbe essere l’attività giusta? Sicuramente ve ne sono diverse e tutte da verificare. C’è chi decide di aprire un ufficio per consulenze, investendo piccole o grosse somme nelle forniture per l’ufficio oltre che per le spese di fitto e di mantenimento. C’è anche chi invece non vuole rischiare grosso e quindi decide di passare dalle parole ai fatti investendo però piccoli capitali. Oggi come oggi, chi decide di fare tutto da solo, non ha grandi prospettive. Le spese sono sempre quelle e se affrontarle in 2 o in 3 è sempre meglio per alleggerire il carico di responsabilità oltre che carico economico, non tutti sono dello stesso avviso. A nostro giudizio ci sono alcune attività che potrebbero essere rilanciate nei prossimi mesi. Tra le tante troviamo anche il settore immobiliare. Si, perché se da un lato c’è chi crede che dopo anni di guadagni questo settore sia ormai morto, è altrettanto vero che il mercato si sta riprendendo. La crisi non è una giustificazione, ci mancherebbe. Tuttavia offre in tempi di magra, la possibilità di investire pochi soldi ma buoni nel mattone. In questo senso, chi oggi vende vedrà il proprio immobile svalutato. Chi invece acquista fa un affare. Già, perché una casa valutata 300 mila euro appena 4 anni fa, oggi oscilla tra i 220 ed i 250 mila euro. Ovviamente chi acquista in un momento come quello che stiamo vivendo, è perfettamente consapevole che il mercato offre grandi opportunità. Il settore immobiliare quindi potrebbe essere in forte ascesa nei prossimi mesi. Attenzione anche a chi vuole lanciarsi nel settore dei servizi o delle utenze. Qui in particolare, segnaliamo un grosso deficit. Le persone infatti sono stanche. Non ne possono più di cambiare o di passare da un gestore all’altro. Ciò che si vuole è stabilità e sicurezza. Il famoso rappresentate quindi, non ha più fonte di sostentamento. Inoltre si aggiunge un fattore non da poco. Gli agenti e rappresentanti di oggi, potrebbero andare incontro a grossi problemi un domani. Si tratta infatti di un lavoro che non offre stabilità economica e non pone nelle condizioni in cui si possa crescere professionalmente e soprattutto porre delle basi per richiedere un mutuo o un prestito. Ovviamente lo scenario migliore sarebbe un contratto a tempo indeterminato, ma con una instabilità lavorativa ed economica come quella che è in essere, non tutti possono permetterselo. La speranza è che con il semestre di presidenza dell’Unione Europea, le cose possano finalmente cambiare ed in meglio. Vedremo se ci saranno riscontri o meno.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl