Rivoluzioni digitali e servizi complementari: Banca della Marca in prima linea assieme ai grandi modelli nazionali

15/lug/2014 14:10:17 Blu Wom Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Banca della Marca, realtà virtuosa nel panorama delle BCC del Veneto, segue il modello dei grandi istituti nazionali e si riorganizza introducendo novità digitali quali le innovative filiali remote con operatore virtuale e nuovi servizi online che permettono agli utenti di svolgere le principali operazioni bancarie direttamente da casa o dall’ufficio, attraverso i dispositivi connessi in rete. La BCC di Orsago in linea con le esigenze dettate dai nuovi stili di vita, cambia modo di fare banca: oltre a digitalizzarsi e a ripensare il ruolo dei cassieri classici, si modernizza destinando ai propri clienti servizi e prodotti complementari come polizze e contratti per la fornitura di luce e gas. Il tutto senza tagliare risorse legate al consolidato organico. Anzi, a settembre sono in vista nuove aperture di filiali sul territorio.

Sempre all’avanguardia, Banca della Marca si inserisce a pieno titolo tra gli istituti pionieri di un nuovo modo di fare banca basato sulle attuali esigenze della clientela contemporanea: sempre più digitale e meno abituata a recarsi fisicamente in banca, sempre più alla ricerca di servizi complementari e autonoma nell’esecuzione delle principali azioni bancarie attraverso sistemi informatici.
La BCC di Orsago aveva già anticipato il trend attuale inaugurando nel 2013 le prime agenzie remote “Marca in contatto”, delle vere e proprie filiali riconvertite al digitale dove non sono presenti operatori fisici ma bensì dipendenti connessi virtualmente da una postazione remota che seguono il cliente in tutte le principali operazioni di sportello con orario prolungato fino alle 19.30. Una rivoluzione importante che non ha comportato tagli al personale - ridistribuito strategicamente e formato secondo le nuove esigenze - e che ha permesso un alleggerimento dei costi di gestione.
Al successo ottenuto da questa prima azione volta alla modernizzazione delle filiali classiche, segue oggi l’introduzione di un’altra novità: dato l’utilizzo massiccio di Internet nel nostro Paese, si stima che circa un italiano su due sia connesso in rete, e l'aumento della percentuale di clienti che usa i dispositivi self service o le piattaforme digitali della propria banca (circa l'80% degli internauti secondo fonte ABI), Banca della Marca come prima BCC sul territorio offre a tutti la possibilità di aprire gratuitamente e comodamente da casa o dal proprio ufficio un conto corrente online “Conto Marca Like”.

Gianpiero Michielin, Presidente di Banca della Marca, dichiara: “Crediamo che il futuro della banca sia sempre più legato allo sviluppo del mondo digitale; non ci sono dubbi che per molte operazioni lo sportello stia diventando superfluo e questo impone necessariamente un ripensamento sia della figura del cassiere sia, in senso più ampio, dell’intero assetto dell’istituto. Banca della Marca ha già intrapreso questa strada e gli ottimi risultati riscontrati finora non possono che spingerci a sviluppare nuove soluzioni per essere sempre più efficienti.”

Se da un lato Banca della Marca alleggerisce gli sportelli dalle attività meno complesse, dall’altro si pone come fornitore di servizi complementari che rappresentano un vero e proprio valore aggiunto per il cliente. E’ così che in tutte le filiali della BCC è possibile “acquistare” prodotti che esulano dalla sfera bancaria come polizze in partnership con il colosso Pramerica o contratti per la fornitura di luce e gas in collaborazione con la trevigiana Ascotrade.

Il Direttore Generale di Banca della Marca Luigino Manfrin afferma: “Sono sicuro che abbiamo tutti ormai capito che non dobbiamo considerare il cambiamento tecnologico come una minaccia o un fenomeno a cui resistere ed opporsi ma bensì una fonte per il progresso e una grande occasione da cogliere e da cui trarre vantaggi, soprattutto in un momento delicato come quello che stiamo vivendo.”

Banca della Marca.
La storica Cassa Rurale di Orsago fonda le sue radici 119 anni fa, dando origine nel 2001 a Banca della Marca grazie alla fusione tra la BCC di Orsago e BCC Altamarca. Oggi Banca della Marca conta 36 agenzie locali, di cui 31 nella sola provincia di Treviso, con la collaborazione totale di oltre 270 dipendenti e perseguendo una politica di sviluppo sostenibile dell’economia locale senza dimenticare di sostenere le attività di tipo culturale, sociale e sportivo del territorio.
Per ulteriori info:
BLU WOM
www.bluwom.com | Udine – Milano Tel. 0432 886638
Resp.Ufficio stampa: Laura Elia laura.elia@bluwom.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl