Cosa visitare in Sicilia.

15/lug/2014 21.25.56 Leo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Le vacanze si avvicinano e non tutti sanno già dove andranno, c'è infatti sempre chi prenota all'ultimo momento forse traendo comunque un buon prezzo. Ma meglio non partire disorganizzati, o almeno avere la conoscenza dei luoghi più belli e più ospitali. Luoghi che hanno molto da offrire e la Sicilia è una di queste regioni.

Di fatto sarà fra i luoghi più visitati e più attesi, ma a questo punto perché non partire già da uno dei siti di incontri della Sicilia  più importanti. Non si sa mai che si riesca a strappare una nuova amicizia da incontrare poi sul posto. E magari farsi portare in uno dei tempi più importanti della storia greca.

Il tempio della Concordia, ad Agrigento proprio nella valle dei tempi. I turisti lo trovano lì ben illuminato e perfettamente conservato lì dove è stato costruito su un basamento destinato ad essere più in alto del terreno roccioso. È uno dei più importanti tempi anche grazie al suo stato di conservazione.

È uno degli edifici sacri d'epoca classica più notevole del mondo greco, proprio grazie al fatto che sia rimasto illeso. Ciò è stupefacente se si pensa che risale ad un periodo che va fra il 440 a.C. e il 430 a.C. E se poi vogliamo fare uno di quei bagno difficili da dimenticare, allora dobbiamo andare sull'isola dei conigli.

Fa parte dell'arcipelago delle isole Pelagie, dista veramente molto poco dalle coste di Lampedusa, quindi non è difficile cercare di farvi un salto. Uno degli effetti più belli è con la bassa marea che rende l'isola raggiungibile anche a piedi sulla sabbia. Il nome pari derivi dalla traduzione di quello che era presente sulle carte nautiche inglese “The Rabbit Island”.

Gli studiosi di Beni Culturali devono assolutamente fare un salto alla Cattedrale di Santa Maria Nuova, un grande luogo di culto che si trova a Monreale, poco in provincia di Palermo quindi non lontanissimo. E chi poi vuol farsi consigliare da chi c'è già stato, meglio non saltare il momento gita in barca.

In particolare tutti coloro che sono passati a Lampedusa, non rinunciano mai a fare un giro in barca con le barche locali sempre pronte a disposizione di tutti. Gite che permettono ai turisti, mediante un prezzo veramente irrisorio di riuscire a vedere posti che altrimenti da terra non sarebbero mai accessibili.

Quei posti nascosti e per questo incontaminati di cui è possibile fruire nella calma più totale, come le grotte e le loro splendide e incantate acque. E come a Napoli c'è la scalata al Vesuvio, ovviamente anche la Sicilia offre la sua scalata al cratere. Per chi avesse intenzione di provarci, chi c'è stato consiglia di farlo la mattina.

 

L'orario è continuativo ma il consiglio è quello di evitare di andare quando il sole è già bello che alto. Portare sempre poi con se una buona quantità d'acqua, in particolare se si va d'estate. Insomma la Sicilia offre veramente tanto, anche grazie al suo popolo caloroso e sempre allegro, con le loro ricette che fanno leccare i baffi al mondo. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl