Con MSF contro la malnutrizione infantile

17/set/2014 15.43.16 Borderline Agency Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nel 2014 ricorre il decennale del programma di sostegno continuativo messo in atto da Varvel SpA, storica azienda meccanica bolognese operante a livello internazionale, specializzata nell’ideazione, progettazione, produzione di variatori e riduttori di velocità, a favore di tre Onlus, ANT, Medici Senza Frontiere e Unicef, versando a ognuna delle tre associazioni, per ogni prodotto venduto, un contributo di 0,02 euro.

Per sottolineare questo lungo percorso insieme, quest’anno Varvel ha scelto di realizzare azioni di carattere locale, nazionale ed internazionale, con l’intento di diffondere ulteriormente la propria filosofia, secondo cui investire nel sociale non è solo una questione d’immagine ed una mera azione di facciata, ma un modo per dimostrare come un’azienda non sia soltanto un luogo produttivo, quanto piuttosto un insieme di persone accomunate da valori condivisi e vissuti quotidianamente.

A tale scopo, Varvel ha scelto di sovvenzionare Medici Senza Frontiere per assicurare un trattamento completo a base di alimenti terapeutici pronti all'uso per oltre 200 bambini gravemente malnutriti, coinvolgendo inoltre il proprio personale nell'iniziativa di volontariato La Feltrinelli-MSF che prevede da fine novembre a fine dicembre la partecipazione in qualità di volontari nelle librerie La Feltrinelli, impacchettando i libri dei clienti a fronte di una donazione per MSF.

La decisione di favorire una solidarietà proattiva rappresenta un ulteriore stimolo per Varvel, animata dalla speranza che azioni ad ampia condivisione possano incentivare il tessuto produttivo e l’opinione pubblica a rendersi parte attiva in iniziative di carattere sociale, aumentandone così la ricaduta positiva. 

Abbiamo sempre desiderato andare oltre la semplice contribuzione economica – afferma Francesco Berselli, Presidente di Varvel SpA - legando direttamente la produttività dell’impresa ed i suoi risultati alla tutela di persone meno fortunate, coinvolgendo e incentivando tutta la filiera aziendale al conseguimento degli obiettivi. Varvel non è solo un’impresa socialmente responsabile, ma anche un gruppo di persone realmente accomunate da valori condivisi, come dimostrano queste azioni che, oltre al diretto contributo offerto, aspirano a diventare fonte di ispirazione per altre realtà similari”.

Per Varvel - dichiara Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel SpA essere un’impresa socialmente responsabile significa, fin dalla sua costituzione nel 1955, considerare nella definizione della propria strategia, nell’identificazione dei propri principi e nei comportamenti di gestione quotidiani, gli interessi di tutti gli stakeholder e gli impatti che il proprio operato può avere sia a livello economico che sociale ed ambientale”.

Varvel SpA - Via 2 Agosto 1980 n. 9 - 40056 Crespellano BO - Italy - Tel. +39 051 6721811 - Fax +39 0516721825 - varvel@varvel.com

Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200

Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

 

 

<a href=”http://www.varvel.com”> Varvel SpA </a>

<a href=”http://www.borderlineagency.com”> Borderline </a>

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl