I dipendenti dei partiti politici: trattamento di integrazione salariale straordinaria

16/ott/2014 11:10:44 Fabrizio Caprotti | Studio Cassone Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il Ministero del lavoro ha comunicato i sistemi e le procedure atte al trattamento di integrazione salariale straordinaria a favore dei dipendenti dei partiti politici (ivi compresi i movimenti politici) e le relative sezioni/articolazioni territoriali. I suddetti aspetti sono da considerarsi a partire dal 1° gennaio 2014.

 

Il conseguimento dell’anzianità lavorativa presso il partito/movimento politico deve quantificarsi in almeno 90 giorni alla richiesta; ciò rappresenta una condizione necessaria per ottenere l’ammissione ai trattamenti di integrazione salariale da parte dei lavoratori.

 

I partiti ed i movimenti politici avranno invece la possibilità di inoltrare la presentazione dell’istanza, a favore dei propri dipendenti, affinché questi ultimi possano godere del trattamento di integrazione salariale straordinaria. Si ricorda che tale modalità è ammessa solo in stato di: riorganizzazione; contratto di solidarietà e crisi (anche per cessazione totale o parziale di attività).

 

Per approfondire trattamento di integrazione salariale straordinaria

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl