Convenzione tra Banca della Marca, Banca Prealpi, Cofitre e Trevigianfidi

30/ott/2014 14.10.24 Blu Wom Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Stanziato plafond di 5 milioni di Euro per finanziamenti alle piccole imprese locali
Un patto per sostenere le piccole imprese e rilanciare l'economia locale, mettendo a disposizione un plafond totale di 5 milioni di euro. A siglarlo Banca della Marca e Banca Prealpi, che interverranno con 2,5 milioni a testa, insieme ai consorzi Cofitre e Trevigianfidi.
E’ avvenuta questa mattina, nella sede coneglianese di Artigianato Trevigiano - Casartigiani, la firma dell’accordo da parte dei presidenti Gianpiero Michielin di Banca della Marca, Carlo Antiga di Banca Prealpi, Giuseppe Curtolo di Cofitre e Giancarlo Dubolino di Trevigianfidi. La convenzione, che prende il nome di "Plafond Prodotto Sviluppo", è destinata alle piccole imprese artigiane, commerciali, turistiche, agricole e industriali per concedere investimenti esclusi dal credito agevolato, siano essi materiali o immateriali, anche per beni usati.
Sono ammissibili impegni di spesa per start-up, campionari, arredamento, automezzi, ristrutturazione, interventi per il risparmio energetico e altre tipologie per una richiesta di importo massimo finanziabile di 30.000 euro, attraverso un finanziamento chirografario con durata massima di 6 anni e con intervento a garanzia dei Confidi elevato al 70%.
Gli istituti di credito cooperativo, Banca della Marca con sede a Orsago e Banca Prealpi con sede a Tarzo, hanno stanziato questo plafond con l'obiettivo di sostenere progetti di nuovi investimenti di iniziativa locale che contribuiscano in modo significativo allo sviluppo economico del territorio. Cofitre e Trevigianfidi, consorzi di garanzia promossi da Artigianato Trevigiano – Casartigiani, che operano nell'ambito delle province di Treviso e Belluno, vogliono sostenere nuove iniziative produttive per l'avvio di attività d'impresa e assistere le aziende socie nel reperimento di finanziamento a condizioni vantaggiose.

“Questo accordo si inserisce tra le molteplici iniziative creditizie che Banca della Marca da sempre attiva per sostenere il sistema imprenditoriale locale, in questo caso realtà aziendali più piccole che costituiscono una parte importante del tessuto economico del nostro territorio di riferimento.” dichiara Gianpiero Michielin, Presidente di Banca della Marca.

"Quello che firmiamo oggi è un'importante convenzione che dimostra, una volta di più, come i soggetti del territorio sappiano fare squadra - afferma il presidente di Banca Prealpi, Carlo Antiga - in un momento di crisi economica ancora persistente questa somma potrà servire alle piccole imprese, patrimonio locale da proteggere e sostenere, a tirare il fiato e a percorrere una strada di rilancio della propria attività".

Il Presidente di Cofitre Giuseppe Curtolo afferma: “Con la firma della Convenzione Plafond Prodotto Sviluppo tra Banca della Marca, Banca Prealpi, Cofitre e Trevigianfidi, le PMI delle provincie di Treviso e Belluno avranno un nuovo ed innovativo strumento finanziario per affrontare al meglio la difficile situazione economica. Siamo felici per l’accordo raggiunto tra le quattro realtà cooperative locali che collaborano già da anni in sinergia tra loro nel sostegno creditizio alle aziende e che siglano ufficialmente un patto che, ne siamo sicuri, sarà il primo di una lunga serie.”

Dubolino Giancarlo, Presidente Trevigianfidi commenta: “Presumibilmente tutti siamo consci del fatto che le tensioni economiche attualmente gravanti in particolare sui Paesi europei non sono accidentali ma, almeno in gran parte, strutturali; quindi i tempi del loro auspicabile superamento dipendono anche dalla capacità delle varie componenti sociali di farsi parte attiva contribuendo, ognuno per la sua parte, a riattivare il ciclo virtuoso dell’economia. In questo quadro Banca della Marca, Banca Prealpi, Cofitre e Trevigianfidi, confermando Io spirito di collaborazione che già li unisce nel sostegno dell’imprenditoria locale hanno di comune accordo predisposto uno specifico “plafond” a sostegno delle piccole imprese per investimenti esclusi dal credito agevolato, i cui tassi sono sensibilmente inferiori a quelli medi di mercato. Per com’è strutturata l’operazione, va sottolineato che ciò comporta un sacrificio in termini di minor guadagno per le Banche, ma anche un maggior rischio per il Confidi garante, e quindi ci auguriamo che le imprese sappiano apprezzare la proposta cogliendo le vantaggiose opportunità da essa offerte.”

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl